Un impegno verso il 3D nella scissione di Hp

C’è un riferimento preciso ai prossimi sviluppi nella stampa 3D nell’annuncio, confermato nella giornata di ieri, della divisione delle attività di Hp in due società distinte, dedicate l’una al mondo pc e stampanti e l’altra al mondo Enterprise.

Come abbiamo avuto modo di sottolineare già qualche giorno fa, è da tempo che si parla di un ingresso importante di Hp nel mondo della stampa 3D: a inizio anno si era vociferato di un interesse della società nei confronti di Stratasys, mentre è della settimana scorsa l’indiscrezione secondo la quale nei laboratori Hp si sta lavorando sulla stampa in vetro.
Ma sono le dichiarazioni delle ultime ore che lasciano intravedere lo spiraglio.

Hp si riorganizzerà in Hewlett-Packard Enterprise, guidata da Meg Whitman e focalizzata su server, storage, networking, converged systems, software e servizi, oltre che sulla piattaforma OpenStack e sul cloud.
La seconda azienda, Hp Inc., sarà guidata dall’attuale Executive Vice President del Printing and Personal Systems Group, Dion Weisler, e si occuperà di pd e stampanti.

Ed ecco il focus.
Secondo quanto si legge sul comunicato ufficiale, Hp Inc. svilupperà una ”solida roadmap nelle Nuove tecnologie più entusiasmanti come il 3D printing”.
Ed è proprio Weisler a dichiarare: ”Hp sarà attenta a portare innovazione sia sui nostril mercati tradizionali, sia verso mercati nuovi, come la stampa 3D, inventando tecnologie che consentono alle persone di creare, interagire, ispirare come mai prima d’ora”.

È vero, va detto, che in tutto ciò non c’è ancora una strategia delineata, né sono stati fissati pubblicamente limiti temporali entro i quali saranno fatti i primi annunci: è comunque un impegno e sarà interessante vederlo realizzato.

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO