Ultimaker e SolidWorks: contatto concreto

Al SolidWorks World 2016 ci sono state anche le nuove stampanti 3D di Ultimaker.
Al 18 ° incontro annuale di SolidWorks con progettisti, ingegneri, manager e partner per discutere il futuro del design di prodotto, tenutosi dal 31 gennaio al 3 febbraio al Kay Bailey Hutchison Convention Center di Dallas, Texas i partecipanti hanno visto in azione le nuove stampanti 3D di Ultimaker in abbinamento al software professionale.
Come ha affermato il ceo della casa olandese, Jos Burger, le Ultimaker 2+ e Ultimaker 2+ Extended «sono il risultato della collaborazione con la comunità degli utenti. Entrambe le stampanti sono dotate di aggiornamenti cruciali in base a ciò che i nostri clienti cercano in una stampante 3D».
Le macchine sono le evoluzioni delle Ultimaker 2 e Ultimaker 2 Extended.  Sono caratterizzate da ugelli intercambiabili in pochi secondi, da un feeder più potente per dare continuità ai processi di stampa, da un migliore raffreddamento delle superfici degli oggetti prodotti.
Per Nick Iwaskow, Direttore, Alleanze e Partnership, Dassault Systèms SolidWorks Corporation, «in fase di progettazione e sviluppo i clienti richiedono sempre più creatività ed efficienza. Alla fine si tratta sempre di produttività. E per favorire l'innovazione che aiuta gli ingegneri a progettare prodotti migliori, siamo lieti di collaborare con Ultimaker per consentire loro di stampare in 3D direttamente all'interno dell'ambiente SolidWorks».
CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO