Materialise, la stampa 3D si adatti alla produzione

La stampa 3D deve adattarsi all'ecosistema di produzione attuale, se vuole diventare una realtà diffusa. In altre parole, le soluzioni software e hardware progettate per semplificare, razionalizzare e standardizzare il controllo dei processi end-to-end dovranno essere la spina dorsale fondamentale del manufacturing del futuro.

È questo il messaggio che Materialise trasmette al formnext di quest'anno e che sostiene con nuove versioni di prodotti della Magics 3D Print Suite.

Le nuove soluzioni comprendono il lancio di 3-matic11 e Magics21, versioni avanzate dei diffusi strumenti di ottimizzazione e di preparazione dei pacchetti di dati e Inspector, un nuovo strumento progettato specificamente per aiutare gli utenti a sfruttare i vantaggi della stampa 3D senza dover ridurre il controllo di qualità e la standardizzazione di parti.

«Controllo e coerenza sono concetti saldamente radicati, e di vitale importanza per, la produzione tradizionale, ma non ben associato con l'additive manufacturing» è la spiegazione che dà il Direttore New Business Tim Van den Bogaert, in una nota.

Serve capacità di prevedere i processi

«A differenza dei processi sottrattivi - prosegue il manager di Materialise - in cui i materiali sono manipolati senza cambiare le loro proprietà intrinseche, l'additive manufacturing comporta il raggiungimento di una estrema precisione nella gesitone dei rapporti fra materiali ed energia. Tali rapporti  determinano il modo in cui il materiale e la parte finale prodotta si manifestano. Senza la capacità di prevedere, controllare e capire questo processo, l'additive manufacturing non potrà mai passare dalla prototipazione alla la produzione mainstream».

È per questo che Materialise ha creato Inspector, uno strumento di controllo che consente agli utenti di analizzare i dati di tutte le fasi del processo produttivo, dalla geometria 3D e percorso utensile al pezzo finito, al fine di migliorare e garantire la qualità.

Produzione di qualità

Inspector identifica eventuali problemi nella strategia di costruzione utilizzando la mappatura della densità di energia per simulare il processo; monitora il processo di costruzione con i dati di feedback in tempo reale e con un imaging automatizzato cconsente all'utente una vista interna alla parte per verificarne la solidificazione, o per consentire l'arresto processo rapido per evitare sprechi; esegue le analisi di post elaborazione e delle cause, puntando a ridurre la necessità dei test di affidabilità.

«Con il controllo della produzione e la verifica della qualità Inspector si configura come uno strumento prezioso per l'impostazione di linee di produzione dedicate, e come tale svolge un ruolo necessario per l'industria della stampa 3D», chiosa Van den Bogaert.

Materialise 3-matic

3-matic11 e Magics21, in qualità di nuove release all'interno della Magics 3D Print Suite, si concentrano sul mettere gli utenti in grado di avere il controllo, semplificando i processi di progettazione e di preparazione dei dati.
In entrambi è stata migliorata l'usabilità, riducendo le serie di attività sulle azioni chiave e automatizzando i processi di calcolo che portano via molto tempo e che sono suscettibili di errore umano.

Magics21 in particolare ha funzionalità cosiddette "fit-to-platform" per automatizzare la scalatura delle parti e una funzione che calcola la rotazione ottimale della parte per migliorare l'efficienza produttiva e semplificare il processo di quoting.

Materialise Magics21

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO