Zare e l’integrazione additiva: oltre la stampa 3D

Zare ha investito in oltre 25 impianti di classe industriale per produrre elementi funzionali in additivo.

Abbiamo chiesto a Giuseppe Pisciuneri, sales manager di Zare di parlarci della filosofia e dell’organizzazione di Zare, il service per la stampa 3D che ha introdotto un concetto che va oltre la “semplice” manifattura additiva, ovvero l’integrazione additiva.

Giuseppe Pisciuneri, sales manager di Zare.

Come pionieri del settore siamo abituati a camminare sulla linea sottile dell’innovazione tecnologica. Tanto è vero che abbiamo investito in oltre 25 impianti di classe industriale per produrre elementi funzionali in additivo, in materie plastiche e soprattutto in metallo.

Dotarsi di numerose tecnologie, sperimentando in modo diretto la lavorazione di un’ampia gamma di materiali, ci ha permesso di individuare i fattori avversi al successo per un moderno service di addi-tive manufacturing ed analizzarli per rimuoverne i limiti. L’evoluzione è partita dall’esigenza di andare oltre la tecnologia e l’immaginario di “utilizzatori di macchine”.

Per mettere concretamente in pratica il modello abbiamo attrezzato un reparto dedicato al controllo qualità, un laboratorio di analisi interno, una sala metrologica per la verifica dimensionale, due reparti per la finitura manuale ed un impianto interamente dedicato alla parametrizzazione di nuove leghe, gestito dal nostro ingegnere dei materiali.

Produzione additiva industriale, ad oggi, significa dotarsi necessariamente di un reparto specifico per la ripresa meccanica di elementi funzionali stampati in metallo per portare tolleranze e rugosità superficiali ai parametri di precisione rigorosamente imposti dal settore delle lavorazioni meccaniche. Il nostro reparto è dotato di personale dedicato e 4 moderni centri di lavoro GF Mikron 5 assi, due dei quali serviti da isola robotizzata.

Andiamo oltre la settorialità investendo nella continua ricerca di integrazione tra professionalità e competenze, impiegando risorse proprie in sviluppo e, contaminati dall’esperienza, troviamo nuove strade più efficaci ed efficienti di servire il mercato.

Questa visione, che ha la propria stella polare nell’eccellenza, ci ha permesso di costruire una fabbrica solida e al tempo stesso snella e reattiva, dando vita ad un solo processo produttivo, unico, sequenziale, veloce e segreto. Non solo garantiamo i tempi attesi e le caratteristiche da disegno, ma grazie a una filiera corta e multidisciplinare rendiamo possibile la continuità di lavorazione in un ambiente riservato e protetto.

In questo lungo processo di consapevolezza, un ruolo fondamentale è svolto anche dai numerosi clienti che ci hanno dato e continuano a darci fiducia, assegnandoci la realizzazione di componenti critici in settori ad alto tasso di specializzazione, come ad esempio motorsport, aerospace, oil&gas ed altri.

Zare ha ottenuto la certificazione UNI EN ISO 9001:2015 che attesta la corretta gestione dei processi è altre certificazioni in conformità alle norme necessarie per operare in settori produttivi critici, come quello aerospaziale prEN 9100:2016.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here