Weerg, oggi la produzione si decide online

Aperto nel 2015 da Matteo Rigamonti, il fondatore del service Pixartprinting che ha creato un modello vincente per la stampa online 2D, Weerg consente di ordinare online un migliaio di ingranaggi o una puleggia, stampati in 3D o lavorati con macchine CNC, con la stessa facilità e immediatezza con cui si possono comprare i biglietti da visita.

Per quanto riguarda la stampa 3D, al service di Marghera si può richiedere dal singolo prototipo alle tirature anche di migliaia di pezzi, con tempi di consegna che variano tra 2, 4 e 6 giorni.

«I nostri clienti - afferma Matteo Rigamonti - sono per la maggior parte operatori professionali del settore della meccanica, dell'automazione e della progettazione. C'è anche una percentuale di appassionati e amatori del fai da te più alta rispetto al CNC, ma comunque minoritaria rispetto ai professionisti che restano la stragrande maggioranza dei nostri clienti».

Matteo Rigamonti

A Weerg, per quanto riguarda l’additivo, vengono richiesti soprattutto pezzi che sarebbe troppo difficile e costoso realizzare in CNC.

«Al contrario di quanto avviene per la produzione con le macchine a controllo numerico - aggiunge Rigamonti - con la stampa 3D la complessità del pezzo non ha alcuna influenza sul costo e ci sono stati dei casi in cui lo stesso pezzo realizzato in CNC sarebbe stato decine di volte più caro rispetto alla realizzazione in 3D, che peraltro è più rapida e con caratteristiche tecniche del tutto paragonabili. Sono molto richieste anche le tirature, in quanto in pochi giorni si possono ottenere centinaia o migliaia di pezzi di ottima qualità e senza bisogno di stampi. Da ciò è possibile notare che con queste nuove stampanti la tecnologia 3D sta lentamente entrando in competizione con la stampa a iniezione».

Chiediamo al fondatore di Weerg quali sono le richieste più originali che hanno ricevuto. «Dai professionisti - sorride Rigamonti - non riceviamo richieste strampalate, mentre dagli appassionati spesso ne arrivano di assolutamente singolari. Ad esempio, più di qualcuno ci ha chiesto se potevamo realizzargli l'abitazione. Altri ci chiedono di realizzare strumenti musicali come chitarre o flauti, questi ultimi fattibili, ma ci sono richieste anche più originali: barche in scala 1:1, poltrone, scivoli per bambini, sculture alte tre metri».

Alcuni pezzi realizzati da Weerg con le stampanti 3D HP JetFusion

Gli oggetti più interessanti, per complessità e particolarità, effettivamente prodotti da Weerg non possono essere descritti per gli accordi stipulati con i clienti.

«L'osservazione generale, ma molto importante, che si può fare - conclude Rigamonti - è che la tecnologia MJF di HP ha aperto un nuovo mondo nella stampa 3D offrendo un prodotto di qualità paragonabile al CNC e allo stampaggio a iniezione con aggiungendo una capacità produttiva notevole, almeno 10 volte superiore alla vecchia SLS e FDM, a costi decisamente più bassi. Questo ha reso convenienti e realizzabili lavorazioni che prima richiedevano troppo tempo o erano eccessivamente costose: la cosa è stata talmente dirompente che ad un mese dall'acquisto della prima Jet Fusion siamo stati costretti a ordinarne altre due per soddisfare il boom di richieste che in particolare venivano da progettisti professionisti che per la prima volta potevano ottenere velocità, versatilità e prezzo compatibili con il proprio mercato».

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here