Metallo, presente e futuro della stampa 3D

I polimeri hanno fatto la storia della prototipazione rapida e continuano a farla, ma ora tocca al metallo. Quando si vuol parlare di additive manufacturing in senso completo, ossia di produzione di taglio industriale, infatti, deve entrare in gioco il metallo e le relative tecnologie di stampa 3D.

Secondo gli analisti il segmento della stampa 3D con il metallo è quello a maggiore crescita in tutta la manifattura additiva, con un fatturato globale che da qui a dieci anni sarà di diversi miliardi di dollari.

In più, le spinte a cui è sottoposto tutto il settore additivo portano verso il grande alveo dell’Industria 4.0, movimento al quale le aziende italiane devono trovare a tutti i costi il modo di partecipare, come ci ha spiegato in un’intervista esclusiva l’amministratore delegato di GE Italia, Sandro De Poli.

Mettendo insieme tutti questi ingredienti risulta uno scenario composito, dinamico, a tratti non ben definito, che sul numero 15 di 3D Printing Creative abbiamo perciò voluto approfondire con i maggiori interpreti del momento. Ne è emerso un quadro che raffigura la stampa 3D con il metallo come un obiettivo che piace a molti ma a tanti pare irraggiungibile, per via dei costi.

Leggi un'anteprima del numero

Produttori e, soprattutto, service, ci hanno spiegato lo stato dell’arte del settore, indicandoci i percorsi per ottenere risultati in modo congruente con le proprie possibilità di investimento.

E sempre i service ci raccontano una bella storia italiana. Sono quelli che stampano in 3D per aziende e professionisti utilizzando polimeri e resine. Hanno partecipato in gran numero a una nostra speciale inchiesta di fine anno, raccontandoci il loro 2016 e anticipandoci le attività del 2017. Anche in questo caso emerge un quadro vivido, dinamico, di piccoli e medi imprenditori che hanno intrapreso con soddisfazione e ottimismo la strada della produzione digitale; che è la stessa strada che devono percorrere le aziende che intendono far parte del movimento Industria 4.0.

3D Cover 15 intera metallo

Con l’aiuto di accademici spieghiamo a queste realtà le cifre e i contenuti del piano varato dal Governo, e che sarà sul trampolino di lancio all’inizio del 2017. Per loro si tratterà di agganciare il treno della trasformazione digitale facendo investimenti in infrastrutture, dispositivi, ma anche in ricerca e sviluppo, attività che non deve mai mancare anche sul fronte dei materiali, come ci insegnano Filoalfa e quelle realtà che stanno sviluppando i siliconi e gli inchiostri conduttivi.

Con questo numero si conclude il corso introduttivo a Rhinoceros. La sezione pratica comprende le prove di due stampanti professionali, scovate in Oriente da altrettante realtà nazionali: sono la Tiertime Up Box, proposta sul nostro mercato da WL3D, e la Rokit 3dison AEP, portata in Italia da Bilcotech.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here