Il ponte stampato in 3D con materiali circolari diventa realtà

ponte

Il primo ponte al mondo in polimero rinforzato con fibra (FRP, fiber reinforced polymer) stampato in 3D sarà installato nel parco di Kralingse Bos, il cuore verde di Rotterdam. Ciò preannuncia la transizione verso la prossima generazione di ponti, offrendo alte prestazioni con estrema versatilità, circolarità e sostenibilità.

A realizzare il ponte saranno Dsm, Royal HaskoningDHV e la Città di Rotterdam hanno annunciato l'intenzione di collaborare alla progettazione e costruzione di un nuova passerella che verrà installata a Rotterdam.

Rotterdam è una città dinamica e innovativa all'avanguardia nell'uso di ponti compositi per sostenere la spinta della città verso la circolarità e la sostenibilità.

Per Mozafar Said, Asset Manager della città olandese, “Insieme a Royal HaskoningDHV e DSM stiamo continuando a spingere le frontiere della sostenibilità utilizzando materiali termoplastici che consentiranno una maggiore circolarità. La passerella stampata in 3D con composito circolare si allinea con gli obiettivi di sostenibilità della nostra città per ridurre l'impronta di carbonio e promuovere la vivibilità e siamo orgogliosi di essere la prima città a testarlo, stamparlo e installarlo. Consideriamo l'uso di ponti compositi come una soluzione intelligente per sostituire le nostre costruzioni più vecchie. Con oltre 1.000 ponti a Rotterdam, cerchiamo costantemente di spingere i confini per sviluppare la prossima generazione di ponti che saranno più sostenibili e circolari con minori costi di manutenzione e del ciclo di vita".

Maurice Kardas, Business Development Manager di Royal HaskoningDHV dice che il provetto del ponte composito con materiale circolare è stato varato nel 2019, costituendo così un anticipo sulla curva dell'innovazione nelle infrastrutture, in particolare nei settori della sostenibilità e della circolarità. "Introducendo materiali compositi circolari nella loro infrastruttura a ponte, Rotterdam dimostra ancora una volta di essere una città anticipativa. Si tratta di un cambiamento decisivo che indica uno sforzo collettivo per portare l'innovazione dall'idea alla realizzazione e inaugura una nuova era di design sostenibile".

Il ponte è realizzatl con un materiale termoplastico rinforzato con fibre chiamato Arnite che combina alte prestazioni con circolarità.

Per Patrick Duis, Senior Additive Manufacturing Additive Manufacturing presso DSM, “Il ponte in composito circolare stampato in 3D consente la transizione verso un tipo più sostenibile e circolare di ponti con un'usura minima. Ora che abbiamo a disposizione il nuovo composito circolare di materiale di origine riciclabile e le proprietà prestazionali richieste, possiamo iniziare a portare la progettazione ecocompatibile dell'infrastruttura al livello successivo".

La struttura sarà sviluppata rigorosamente in linea con i più alti standard di sicurezza. Gli esperti delle infrastrutture della città di Rotterdam nei ponti compositi saranno strettamente coinvolti nel processo di progettazione e costruzione.

I sensori potrebbero anche essere inclusi nella passerella per costruire un digital twin del ponte. I sensori possono prevedere e ottimizzare la manutenzione, garantendo sicurezza ed estendendo la durata del ponte. Si stima che sarà installat e in uso entro la fine del 2020.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here