MicroFine Green, Protolabs crea la sua resina per la stampa 3D

Protolabs continua ad essere all'avanguardia delle tecnologie di stampa 3D con il lancio della sua resina proprietaria, MicroFine Green, specificatamente creata per i pezzi stampati 3D che richiedono definizione e precisione estreme unite a resistenza elevata.

La sua formulazione è stata realizzata su misura per l'uso esclusivo nel processo di stereolitografia (SLA) a risoluzione microscopica di Protolabs.

L'introduzione di questa resina termoindurente s’inserisce nella più ampia focalizzazione di Protolabs sulla qualità, nella sua veste di leader mondiale nella produzione di pezzi destinati alla prototipazione e alla produzione in volumi medi e ridotti.

MicroFine Green richiede l'uso di apparecchiature specifiche e in esclusiva a Protolabs, permettendo di stampare pezzi a livello di risoluzione microscopica con uno spessore dello strato incredibilmente sottile, di soli 0,025 mm.

Ne consegue che la precisione del pezzo è particolarmente elevata, ed i dettagli minimi possono avere dimensioni di appena 0,07 mm. Il materiale è alquanto durevole e rigido, e offre proprietà meccaniche molto simili a quelle della plastica ABS.

Per Daniel Cohn, Direttore Generale di Protolabs Germania “I vantaggi di MicroFine Green si combinano per rendere questo materiale, impiegato nel processo di stereolitografia, anche SLA, adatto alla prototipazione rapida di prodotti nei settori medicale, sanitario e dell’elettronica di consumo. Si tratta di un ottimo esempio di come i progressi nei materiali continuino a rivoluzionare l'industria della stampa 3D, che a sua volta sta aiutando le aziende a evolvere oltre i loro tradizionali approcci alla supply chain e allo sviluppo dei prodotti”.

Oltre a MicroFine Green, Protolabs offre diverse opzioni di materiali che replicano l'ABS, il policarbonato e il polipropilene per la prototipazione rapida e la produzione di pezzi mediante stereolitografia.

Con tempi di produzione a partire da 1 giorno lavorativo, il processo è offerto in tre risoluzioni: normale, alta e microscopica, ciascuna adatta a seconda delle dimensioni dei dettagli minimi e delle proprietà che si vogliono ottenere.

A completare la scelta dei materiali per la stampa 3D di Protolabs ci sono diversi gradi di nylon che garantiscono una maggiore durata, fotopolimeri digitali e silicone per i pezzi elastomerici, nonché numerosi materiali metallici per i componenti funzionali destinati agli utenti finali.

La stereolitografia è una delle opzioni della gamma in espansione dei processi di produzione additiva disponibili presso Protolabs, che comprendono anche la Sinterizzazione laser selettiva (SLS), la Sinterizzazione laser diretta dei metalli (DMLS), la Multi Jet Fusion (MJF), PolyJet e silicone stampato 3D

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here