HP mette la stampa 3D nei workflow di produzione

In vista dell’imminente Formnext Connect HP ha annunciato novità relative all’automazione di flussi di lavoro di stampa 3D e di gestione di ampie flotte di stampanti 3D per la produzione.

HP ha realizzato un nuovo software, HP Universal Build Manager Powered by Dyndrite, che aumenta produttività, efficienza e automazione della gestione della produzione in additivo per i principali processi di stampa 3D. Ha introdotto i nuovi servizi digitali HP 3D Factory Services per fornire strutture e attrezzature per l’analisi, il personale e la formazione e per aiutare a implementare i processi di produzione. Ha annunciato la nuova HP Automatic Unpacking Station, sviluppata in collaborazione con Rösler Group, per offrire automazione per il post-processing, garantendo ai clienti una maggiore efficienza nell’intero flusso di lavoro dell’additive manufacturing.

Workflow digitali per la produzione

L’Universal Build Manager sfrutta software proprietario HP e il Dyndrite Accelerated Geometry Engine. Il additive manufacturing build manager sfrutta l’elaborazione accelerata dalle GPU e lo scripting Python del motore Dyndrite. La combinazione consente di semplificare e automatizzare la preparazione del lavoro di stampa delle tecnologie di produzione additivam che HP si impegna a supportare flussi in logica multipiattaforma.

Il nuovo Build Manager Powered include supporto universale per i processi additivi più diffusi, supporto per i formati CAD standard del settore e i formati neutri per i fornitori che consentono flussi di lavoro CAD-to-print per tutte le principali applicazioni MCAD, Geometry engine ad alte prestazioni GPU-accelerate per velocizzare le attività di calcolo come la support generation, il taglio e il tracciamento degli strumenti, architettura scalabile progettata per supportare configurazioni ad alta densità di parti per ottimizzare la produttività e ridurre al minimo i costi, motore di automazione basato su Python per acquisire le conoscenze specialistiche, definire i processi e snellire i flussi di lavoro e automatizzare le attività ripetitive a supporto delle soluzioni di fabbrica digitali lights-ou, struttura plug-in estensibile.

Digital Factory Services

Per favorire la progettazione e realizzazione di factory digitali dotate di tecnologia Multi Jet Fusion di HP, i 3D Factory Services supportano i processi chiave necessari per una gestione industriale di successo e la produzione di parti di alta qualità su larga scala.

I servizi includono offerte per la valutazione di impianti e attrezzature, la pianificazione e la formazione del capitale umano, la progettazione e l’implementazione dei processi di produzione. Tra i servizi digitali avanzati ci sono HP 3D Application Programming Interface (API), HP 3D Process Control e HP 3D Center.

HP sta presentando HP 3D API alle società di software del settore, fornendo ai propri clienti che utilizzano le soluzioni HP 3D printing un’API robusta e automatizzata per l’integrazione dei dati e lo snellimento dei flussi di lavoro.

Autonomous Manufacturing (AMFG), specializzata in MES e workflow software, sta consentendo a clienti come Henkel di integrare l’API HP 3D per aiutare a centralizzare i flussi di lavoro end-to-end, trasmettere in tempo reale lo stato dei loro sistemi HP Jet Fusion, ricevere critical alerts e informazioni per processi più efficienti e minori downtime.

Le nuove funzionalità di HP 3D Process Center e HP 3D Center consentiranno di gestire le criticità della produzione per migliorare le performance e la ripetibilità e per una maggiore capacità di previsione.

Automazione end-to-end con Unpacking Station

HP sta inoltre introducendo la nuova HP Automatic Unpacking Station, sviluppata in collaborazione con Rösler Group’s AM Solutions, specializzata in attrezzature, tecnologie di processo e materiali di consumo per il post-processing automatizzato e la finitura della superficie di parti 3D. Ciò aiuterà i clienti che utilizzano i sistemi Jet Fusion 5200 di HP a ridurre i costi, ottenere una maggiore coerenza di realizzazione e migliorare la qualità delle parti nei flussi di lavoro.

Tra i primi clienti c’è Weerg, che sta allargando i confini della produzione industriale 3D grazie alla sua gamma di sistemi HP Jet Fusion 5200.