Volumental trova la scarpa perfetta

Volumental è una società svedese, fondata nel 2012 a Stoccolma da Caroline Walerud assieme a tre esperti di computer vision, per creare una tecnologia che tramite la scansione 3D possa garantire una perfetta vestibilità delle calzature.
Caroline Walerud e i soci fondatori di Volumental
Caroline Walerud e i soci fondatori di Volumental
Fra venture capital e finanziamenti governativi Walerud, laureata in neuroscienze a Cambridge, ha saputo raccogliere negli anni fino a 5 milioni di dollari. E ha fatto anche incetta di premi per le startup, fra cui il Super Talent dell'anno, conferito dalla rivista svedese Veckans Affärer, e che prima di lei ha premiato il fondatore di Spotify, Daniel Ek.
Il sistema hardware di Volumental  potrebbe essere in grado di rivoluzionare il mercato retail.
Si basa, infatti, su una piattaforma dalle dimensioni contenute, ideali per posizionarsi in un negozio.
È grande quanto basta a far stare in piedi l'acquirente delle scarpe: le telecamere di profondità di cui dispone fanno una scansione 3D volumetrica di ogni piede.
Il software connesso, basato su soluzioni Intel e Microsoft, lavora i dati acquisiti con millimetrica precisione, impossibile da raggiungere con gli  strumenti tradizionali.
La scansione 3D cos' realizzarta viene immediatamente visualizzata su un tablet, consentendo a un venditore di calzature di formulare le migliori raccomandazioni a ogni cliente: potrà trovare nel proprio magazzino la scarpa che meglio si adatta alla conformazione dei piedi del cliente.
Si tratta di una formula di vendita che ha convinto la catena statunitense Nordstrom, che ha concluso una partnership con l'azienda svedese.
Volumental tablet
Con un tablet si trova il modello di scarpa che meglio si adatta al proprio piede
La tecnologia di Volumental può essere usata anche per creare scarpe su misura: la usano già il marchio svedese Falchenberg e quello tedesco Scarosso, per creare scarpe personalizzate in cuoio italiano.
La prossima frontiera sarà il mercato dell'occhialeria, da servire con la scansione della fronte, con topografia in 3D del volto per dar modo all'ottico di effettuare micro aggiustamenti sulla base delle misure rilevate e mostrando al cliente in tempo reale l'aspetto risultante con un tablet.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO