Tutte le stampanti 3D vendute in Italia

Il piatto forte del numero di ottobre di 3D Printing Creative è indubbiamente la Guida all’acquisto delle stampanti 3D. Si tratta del primo grande tentativo che si fa in Italia di catalogare le stampanti a uso consumer, prosumer e professionale. Quelle, insomma, che costano meno di 10mila euro, una cifra massima che se per un appassionato è un grande investimento, per un artigiano o un professionista è un cespite della propria azienda.

008 3DPC Cover interaIl numero 008 è nelle edicole italiane e in quelle digitali per le piattaforme Apple e Android.

Censire e catalogare il mondo di chi produce o vende stampanti 3D in Italia non è stato facile e ha richiesto mesi di lavoro, a testimonianza che questo è un mercato che deve ancora formarsi e prendersi le misure. Il nostro va considerato come un primo passo, necessario, cui ne seguirà un secondo e poi altri ancora. Abbiamo iniziato un cammino che vogliamo portare avanti insieme all’industria italiana, per i lettori e con i lettori.

Segnalateci le stampanti che volete vedere inserite nel tabellone scrivendo a: 3dprintingcreative@newbusinessmedia.it

Con lo stesso spirito e con la stessa richiesta di segnalazione proponiamo le directory aggiornate dei service di stampa 3D e Fablab italiani, notevolmente ampliate rispetto allo scorso dicembre.

Queste directoy escono volutamente in contemporanea con la Maker Faire di Roma, quando l’attenzione sulle tecnologie per i maker tocca l’apice.

E proprio ai maker dedichiamo il servizio di apertura, indicando loro le iniziative di crowdfunding che hanno avuto successo mettendo al centro del progetto la stampa 3D, sia come mezzo per arrivare al prodotto, sia come prodotto in sé.

Chi è maker o intende diventarlo si compiacerà del fatto che a Monza sia stato inaugurato in un centro commerciale un negozio dedicato ai suoi interessi. E chi è creatore di oggetti da stampare in 3D con file .stl, troverà utili i consigli dell’avvocato Marco Giacomello, che da questo numero inizia una collaborazione con noi, per consentire al lettore di avere sempre un punto di vista normativo sul settore della produzione digitale.

Oltre che con la directory dedicata, i Fablab sono al centro della nostra osservazione e ingaggiano amichevolmente una sorta di derby d’Italia, Roma-Milano, con il modello del Fablab diffuso della Regione Lazio, che si contrappone a quello imprenditoriale di The FabLab Milano.

La ricca sezione pratica comprende la seconda parte del tutorial su come fare progetti con Arduino, la prova di una stampante da veri professionisti della produzione, un approfondimento sull’elettronica delle stampanti e una rassegna di app per la stampa 3D.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO