Spring, ingegneria al servizio della progettazione

Nata nel 1998 come azienda di matrice ingegneristica specializzata nella progettazione meccanica di particolari termoplastici, progettazione di attrezzature e stampi, attività di reverse engineering e controllo metrologico, la vicentina Spring ha in seguito introdotto una divisione che si occupa di stampa 3D dotata di macchine FDM, PolyJet, SLS, SLA e DMLS.

«Il nostro punto di forza principale - ci spiega Fabio Gualdo, uno dei soci dell’azienda - è rappresentato dal fatto di combinare competenze ingegneristiche, conoscenza del processo costruttivo e attenzione ai dettagli. Dopo avere ristrutturato l’azienda introducendo dodici sistemi professionali per la stampa 3D, siamo in grado di soddisfare le esigenze dei clienti che ci chiedono progetti sempre più elaborati e complessi e prototipi personalizzati. In pratica, offriamo loro l’opportunità di introdurre la personalizzazione nel processo di sviluppo del prodotto. Innovare significa crescere, cambiare il modo di vedere le cose e uscire dal sentiero battuto: le tecnologie di prototipazione rapida che mettiamo a disposizione dei nostri clienti permettono di abbattere le barriere all’innovazione e di generare sviluppi veloci in svariati settori, come motorsport, aeronautico, packaging e molti altri».

Fabio Gualdo di Spring

Attraverso la tecnologia di prototipazione FDM (Fused Deposition Modeling), Spring stampa modelli concettuali durevoli, attrezzature, guide, prototipi, prodotti di ricambio e produzioni con bassi volumi, permettendo ai progettisti, agli ingegneri e ai tecnici di lavorare in maniera flessibile e di monitorare il processo in maniera efficace, testando più a fondo ogni dettaglio, muovendosi con sicurezza verso la fase di produzione.

Per prototipi estetici e con finiture lisce e trasparenti è possibile far ricorso alle tecnologie SLS, SLA e Polyjet, in grado di offrire un prodotto esteticamente valido e definito. Spring ha inoltre sviluppato la tecnologia SR100, in grado di realizzare dei mandrini solubili per la stampa in carbonio: questo consente ai progettisti di creare geometrie complesse e articolate, rendendo poi semplice e veloce la rimozione del mandrino interno.

Supporto di un parafango finito e montato su un quad

Spring offre una vasta serie di finiture (verniciatura, cromatura) per componenti e prototipi estetici e maquette in poliuretano fresato per la realizzazione di componenti di verifica e di test. I progettisti e gli sviluppatori hanno così la possibilità di sperimentare e valutare la dicotomia fra design e convenienza economica, potendo contare su un servizio ideale anche per lo sviluppo di un singolo oggetto.

«Per quanto riguarda le richieste e le esigenze specifiche di settori quali l’aereonautico e il medicale - conclude Gualdo - i nostri clienti ci richiedono consulenze tecniche e specifiche relative a materiali, processo e test. Richiedono anche fornitori certificati. Abbiamo la certificazione di qualità ISO 9001 e entro pochi mesi saremmo certificati ISO 9100. Unendo le competenze dello staff tecnico e l’esperienza maturata in 20 anni nella produzione delle parti con tecnologie additive, collaboriamo con le aziende aeronautiche e medicali per rendere possibile l’impiego dei nostri prodotti e processi all’interno dei settori specifici condividendo informazioni sensibili».

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here