Scanner 3D: la startup aiuta la tribologia

Ecotrib 2015 è una conferenza biennale organizzata in collaborazione tra le associazioni di tribologia di Svizzera, Austria, Italia e Slovenia. Quest'anno circa 40 ricercatori di ricercatori si incontrano a Lugano, dal 3 al 5 giugno.

Silvia Logozzo, assegnista di ricerca del Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Perugia, del team guidato da Maria Cristina Valigi, vi presenta una esclusiva ricerca realizzata e validata attraverso una scansione 3D.

La ricerca, dal titolo: “Misurazione e rilevamento dell’usura mediante l’utilizzo di uno scanner ottico 3D: un caso studio” ha permesso, utilizzando lo scanner ottico 3D Go!SCAN 20 di V-GER, di validare la progettazione di un nuovo componente meccanico dell’azienda S.I.CO.MA. s.r.l., dimostrandone la migliorata resistenza all’usura.

La ricerca e la sua successiva applicazione hanno dimostrato che modificando opportunamente un componente meccanico, impiegato in macchinari per la produzione del calcestruzzo, è possibile avere migliori prestazioni dei macchinari e una maggiore durata, riducendo così i costi di utilizzo.

La startup di Prunaro di Budrio (Bologna) ha concesso per fini di ricerca il proprio know-how informatico e gli scanner 3D.

Il team di ricerca dell’Università degli Studi di Perugia presenterà i risultati aggiornati al prossimo convegno internazionale di ricerca in Texas che si terrà in autunno.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here