Lss Raptor, la sinterizzazione laser entra in produzione

La tedesca LSS Laser Sinter Service ha presentato al recente Formnext la serie di stampanti 3D Raptor, a tecnologia di fusione laser a letto di polvere di polimeri, con cui intende portare la produzione additiva a livello industriale.

Il nuovo sistema modulare Raptor 84X-Q (nella foto in alto) unisce prestazioni a una significativa riduzione dei costi per parte, in particolare per i polimeri ad alte prestazioni.

Dotato di un involucro di costruzione di 800x400x480mm³, il Raptor 84X-Q è una piattaforma di sinterizzazione laser polimerica dotata di un sistema laser/scanner quad, che consente tassi di produzione elevati.

Presto sarà disponibile anche il modello Raptor 84X-D, a doppio laser/scanner.

Raptor 22X-S

Il Raptor 22X-S è l'alternativa entry-level ad alta temperatura con il suo involucro di costruzione di 250x250x300mm³.

Versione ThermoMelt, produzione a basse temperature

Entrambi i modelli Raptor, il 22X-S e il 84X, sono progettati per il futuro dell'additive manufacturing e saranno disponibili in una versione "TM", con il processo ThermoMelt brevettato Airbus per componenti industriali ad alte prestazioni, che secondo la casa tedesca è destinato a diventare il riferimento di mercato.

Come spiega afferma Guido Elbrecht, Ceo di LSS, "La combinazione di modularità, massima produttività e il nuovo processo ThermoMeltTM ci consente di compiere il prossimo grande passo per diventare un fornitore leader di soluzioni per la produzione additiva industriale e applicazioni altamente esigenti. Le caratteristiche intrinseche delle nostre macchine rendono la stampa 3D ad alte prestazioni, seriale e duratura una realtà".

Con una resistenza notevole sull'asse Z, la serie Raptor TM offre componenti ad alta densità con una struttura di costi bassa. In passato l'uso di polimeri ad alte prestazioni richiedeva alte temperature di processo, che generavano un notevole invecchiamento termico del polimero e rendevano quasi impossibile riutilizzare materiali ad alto costo come il polieterchetone chetone (PEKK), la poliftalamide (PPA) e il polifenilen solfuro ( PPS).

Operando a temperature più basse, i sistemi Raptor TM con ThermoMelt evitano l'invecchiamento termico e rendono possibile la riciclabilità di questi polimeri fino al 95%.

Come progettista e produttore di macchine di sinterizzazione laser, LSS si rivolge a soluzioni a valore aggiunto per gli utenti finali.

L'open innovation non è più un'opzione ma un requisito e la società collabora con i principali leader del settore per cercare nuovi materiali performanti che si adattino ai nostri sistemi aperti per soddisfare le esigenze non abbinate in settori come Automotive & Automation, Aerospace, Oil & Gas, Sanità, Beni di consumo ed Elettronica.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here