PTC tra stampa 3D e Internet of Things

L’additive manufacturing e l’IoT sono al centro delle strategie di PTC, non solo in termini di sviluppo prodotti, ma anche in termini di alleanze e collaborazioni.

A metà del prossimo mese di dicembre, la società dovrebbe rilasciare ufficialmente la release 4.0 di Creo, la sua soluzione per il mondo Cad che oggi riunisce calcolo parametrico, Cad 3D e 2D, simulazione e visualizzazione in un’unica soluzione che garantisce ai progettisti la necessaria flessibilità e la necessaria interoperabilità.

In questa nuova release Creo 4.0 già guarda al mondo dell’additive manufacturing e al suo percorso evolutivo dalla prototipazione alla produzione vera e propria, così come guarda al mondo dell’Internet delle cose.
Integrate nella nuova release anche funzioni per la gestione della realtà aumentata.

La collaborazione tra PTC e HPE

Se la vicinanza al mondo della stampa 3D è storica – non si può dimenticare che il creatore del formato .stl Leonid Raiz veniva proprio da PTC, molto più recente è l’avvicinamento all’Internet delle Cose.
E proprio al mondo IoT guarda la collaborazione annunciata in questi giorni tra PCT e Hewlett Packard Enterprise. Obiettivo, favorire lo sviluppo di soluzioni convergenti IoT basate sul software ThingWorx di PTC e sui sistemi Edgeline di HPE per il mondo industriale.
L’idea è quella di riuscire a mettere a punto una soluzione che consente di risolvere i problemi di gestione dei dati IoT e di prendere decisioni più efficaci a partire dai dati raccolti dai sensori.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO