Produrre in 3D con metallo, la via di Stratasys

Stratasys ha approfittato del Formnext 2018 per fornire ulteriori dettagli sulla sua nuova piattaforma attualmente in fase di sviluppo e progettata per applicazioni in metallo a cicli brevi.

Presentata quest'anno, la piattaforma additiva si basa sulla tecnologia proprietaria Layered Powder Metallurgy. Destinata secondo Stratasys a scardinare l'approccio di produzione convenzionale, la piattaforma è progettata per unire la potenza della fabbricazione additiva alla produzione di pezzi in metallo a cicli brevi.

La tecnologia è stata progettata per migliorare l'efficienza e ridurre i costi utilizzando leghe prodotte con la tecnologia standard della metallurgia delle polveri (Powder Metallurgy), garantire proprietà meccaniche di elevata precisione e restringimento controllato e permettere una produzione più rapida.

Come spiega Rafie Grinvald, Direttore della gestione e del marketing dei prodotti di Stratasys, “Abbiamo notato che gli attuali approcci alla stampa 3D di parti metalliche lasciano a desiderare: lavorazioni di finitura post-stampa lente, rimozione dei supporti estremamente complicata, tempi di rifinitura e smerigliatura troppo lunghi. Considerando i costi elevati delle polveri necessarie per la fabbricazione additiva, la realizzazione di ogni singola parte ha un TCO difficile da giustificare. La nostra piattaforma è stata progettata per trasformare l'attuale panorama della fabbricazione additiva di metalli, presentando un'alternativa praticabile ai metodi di produzione tipici e ridurre i costi di creazione di parti in metallo per applicazioni con cicli brevi".

Sviluppata internamente a Stratasys, la piattaforma per la creazione di parti in metallo unisce tecnologia a getto proprietaria e metallurgia delle polveri di uso comune, iniziando con l'offerta di polveri di alluminio.

La soluzione LPM comprende un processo di produzione additiva in tre fasi che combina la metallurgia delle polveri tradizionale con la robusta tecnologia a getto di inchiostro PolyJet di Stratasys.

Il processo prevede la stampa di margini con inchiostro termico proprietario, erogazione e diffusione della polvere, infine compattazione dello strato di polvere per ottenere alta densità e restringimento controllabile.

Il risultato finale è destinato a essere economicamente competitivo rispetto al costo per parte e alla produttività, con post-elaborazione facile da implementare e qualità delle parti elevata. Il sistema si propone di soddisfare direttamente le esigenze dei clienti che richiedono la produzione di parti in serie pilota, la produzione in scala ridotta durante il periodo di lancio e di fine del ciclo di vita del prodotto, nonché parti personalizzate, complesse e leggere al tempo stesso. L'offerta è ideale per mercati come quello automobilistico, aerospaziale e della difesa.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here