Nuovo software per Scanify

Lo scanner portatile Fuel3D Scanify, originariamente sviluppato alla Oxford University, permette di fare scansioni 3D ancora più accurate e a colori grazie alla nuova release del software Fuel3D Studio 2.1.

È stata migliorata la precisione nell’asse Z e c’è ora la possibilità di processare i dati di scansione 3D su cloud più velocemente.

La sociewà emiliana V-Ger ha testato le funzionalità del software facendo la scansione di un volto, per personalizzare poi il file di un mezzo busto, e stamparlo in 3D.

Posizionando il target come riferimento, con un semplice scatto i tecnici di V-GER hanno realizzato una scansione 3D del viso.

Nella precedente versione del software spesso c’erano delle deformazioni nel naso o nella bocca, mentre ora grazie alla maggior precisione nell’asse Z, i dettagli sono stati acquisiti dallo Scanner Scanify rispecchiando al meglio l’originale. I dati sono stati poi immediatamente processati su cloud.

Per completare il lavoro, su Thinginverse.com dove è possibile scaricare gratuitamente file in 3D, è stato scelto un file di un mezzo busto, in questo caso il modello "GORKA by Gork10".

Questo, e il file di scansione Stl del viso, sono stati importati con Meshmixer per fonderli e modellarli.

Il risultato della lavorazione con il software ha permesso di creare il mezzo busto esattamente con il volto originale: ora il file è ottimizzato per la stampa 3D.

L'azienda specializzata in servizi di stampa 3D, Reate3D, ha utilizzato una stampante custom, scegliendo il materiale PLA neutro.

Lo Scanner Scanify è in offerta promozionale presso V-Ger fino al 31 agosto al prezzo di 1.010 euro più Iva, incluse le spese di spedizione.

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here