NextGenAM, un progetto per la stampa 3D industriale

La stampa 3D di materiali metallici si sta diffondendo sempre più in ambito industriale.

Il fornitore di aerostrutture Premium Aerotec ha avviato il progetto NextGenAM in partenariato con il produttore di stampanti 3D Eos e l'azienda automobilistica Daimler per sviluppare soluzioni di Additive Manufacturing di nuova generazione.

Attraverso questa collaborazione, le aziende stanno gettando le basi per l’implementazione delle tecnologie AM nella produzione in serie, su larga scala. L’obiettivo del progetto è favorire l’automazione dell’intero processo di stampa 3D industriale.

A tale scopo, il team del progetto NextGenAM esaminerà ogni fase del processo di Additive Manufacturing per determinare se sia possibile automatizzarne alcune parti, dalla consegna delle polveri metalliche alle fasi di elaborazione successive al processo di produzione.

Mediante queste misurazioni, sarà possibile ottenere vantaggi in termini di costi industriali e importanti elementi per favorire l’utilizzo futuro di questa tecnologia per la produzione in serie su larga scala, in un contesto in cui le fasi del processo prima e dopo la produzione effettiva rappresentano circa il 70% dei costi.

In aggiunta a tecnologie avanzate per i sistemi, il progetto mira inoltre alla qualificazione dell’alluminio per l’utilizzo nella stampa 3D industriale.

Ognuna delle tre aziende partner contribuisce con la propria esperienza e le proprie competenze specifiche. Premium AEROTEC è stato il primo produttore a livello mondiale a fornire componenti strutturali stampati in 3D in serie per i velivoli Airbus. Finora per queste applicazioni è stata utilizzata polvere di titanio.

Con l’aiuto di EOS, il processo di Additive Manufacturing sarà integrato in una linea di produzione automatizzata. Per il progetto è stato scelto, per l’Additive Manufacturing di componenti metallici, il sistema EOS M 400-4 a quattro laser. Daimler disponedi una vasta esperienza nella produzione in serie su larga scala.

Il sistema completo basato sull’alluminio, molto efficiente dal punto di vista economico, che sarà sviluppato congiuntamente nel corso del progetto NextGenAM, sarà utilizzabile per il settore automotive e, con gli adattamenti appropriati, anche nel campo aerospaziale.

Questo offre l’opportunità di rendere disponibili innovative tecnologie di stampa 3D per un’ampia gamma di applicazioni. Le tre aziende lavoreranno insieme per realizzare importanti progressi in termini di efficienza e tempi di elaborazione. Complessivamente si stanno investendo diversi milioni di euro nella pianificazione e costruzione di un impianto automatizzato per la produzione in serie, basata sull’Additive Manufacturing.

Nei prossimi mesi sarà creato un ambiente di sviluppo e testing nel centro tecnologico di Varel, in Germania. L’avvio del progetto è previsto per il mese di maggio 2017.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here