Le moto Ego Corsa rinascono subito con l’aiuto della stampa 3D

Stanno procedendo i preparativi per la ripresa delle attività della FIM Enel MotoE™ World Cup dopo la battuta d’arresto dello scorso marzo quando un incendio a Jerez ha distrutto le 18 moto di gara.

In base alle ultime notizie ufficiali infatti, è certo che Energica, costruttore unico delle moto, riuscirà a produrre di nuovo tutte le Ego Corsa per la fine di maggio, in un tempo record di meno di tre mesi.

Crp Technology e Crp Meccanica hanno dato a Energica, il loro supporto per la ricostruzione delle moto.

Le oltre 18 Ego Corsa ricostruite, che come le originarie sono state derivate dalla super sportiva elettrica Energica Ego, montano diversi pezzi realizzati dalle aziende Crp.

Fra i molteplici pezzi che Crp Technology ha costruito nei materiali Windform e stampa 3D professionale, ci sono alcuni particolari del pacco batteria, il coperchio dei terminali del motore, il pattino catena.

Per quanto riguarda le parti costruite da Crp Meccanica mediante lavorazioni meccaniche di precisione a CNC citiamo, tra i tanti realizzati dal pieno: alcuni pezzi presenti nella zona della sospensione posteriore (forcellone incluso); il pacco batterie e, per la parte in movimento rotatorio del motore: l’albero motore, la cascata di ingranaggi, l’albero pignone.

Come commenta l’Ingegner Franco Cevolini, CEO delle aziende Crp Meccanica e Crp Technology, “Già dalla giornata successiva all’incendio di Jerez sapevamo di dover compiere qualcosa di speciale, e ora posso affermare che, in qualità di partner tecnologici di Energica, ci siamo riusciti".

“Fin dalle prime ore dopo l'accaduto– continua Franco Cevolini - ci siamo schierati al fianco di Energica e l’abbiamo supportata nella sfida che doveva affrontare. Energica potrà arrivare all’appuntamento del 17 giugno con tutte le oltre 18 moto ricostruite e consegnate alle squadre”.

Un vero miracolo, lo descrive Livia Cevolini, CEO di Energica Motor Company Spa "che solo Crp Technology e Crp Meccanica potevano aiutarci a compiere. Rifare da zero più di 18 moto da corsa in due mesi è una cosa unica e straordinaria, al mondo e nella storia".

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here