Lego: dalla fabbrica al laboratorio

Lego non userà mai la stampa 3D per produrre i suoi mattoncini. Nei suoi stabilimenti il colosso danese continuerà a usare le presse a iniezione.

Ma lo possono però fare i maker, per fabbricare i mattoncini quelli mancanti o quelli con forme particolari.

Il tutto senza correre rischi, perché il brevetto è scaduto: lo possono fare usando una normale stampante da scrivania e filamenti in ABS.

E i software giusti per questa vera e propria alternativa artigianale.

Trovate tutto sul numero di settembre di 3D Printing Creative, nelle edicole italiane, in digitale e su dispositivi mobili (iOs e Android) dalla fine di agosto.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here