Industria 4.0: dopo Davos tutti a Parma

Si è trattato del tema che ha tenuto banco al World Economic Forum di Davos: l’industria 4.0, altrimenti detta quarta rivoluzione industriale.

Nella città grigionese si è parlato di cambiare i processi produttivi con le tecnologie digitali e gli esperti mondiali si sono occupati anche di verificarne l’effetto su settori come la sanità.

L’innovazione dei processi produttivi e delle lavorazioni, i materiali e le tecnologie di ultima generazione saranno i protagonisti della prossima edizione di MECSPE, la fiera internazionale delle tecnologie per l’innovazione che si svolgerà a Parma dal 17 al 19 marzo 2016 e che è diventata l’appuntamento principe per il settore manifatturiero italiano.

Nei 9 Saloni tematici connessi sarà possibile osservare, toccare con mano e analizzare il completo processo di realizzazione di un manufatto, dalla sua fase progettuale all’oggetto definitivo, pronto per l’impiego.

L’automazione, intesa come tecnologia applicata all’industria, sarà uno dei temi portanti di MECSPE 2016 andando ad abbracciare tutti i settori produttivi: dall’automotive, all’aerospaziale, fino a quello della costruzione di macchine utensili, passando per le fonderie, la farmaceutica e l’elettronica.

In particolare l’iniziativa Fabbrica Digitale oltre l’automazione si svilupperà in diverse aree con il contributo di aziende come Autodesk, Dassault Systemes, Heidenhain Italiana e Siemens.

L’iniziativa vuole essere un riferimento per tutti i soggetti coinvolti nei beni industriali: subfornitori di componenti e parti, fornitori di macchine, di sistemi di additive manufacturing, automazione, robotica, sopftware gestionale fino al PLM, metrologia.

L’iter produttivo si articolerà sulla produzione dei cerchioni per la vettura realizzata dal Team H2Polito del Politecnico di Torino in previsione della partecipazione alla prossima Shell Eco-marathon.

La linea di produzione comprenderà la lavorazione dei cerchioni su una macchina utensile a 5 assi, l’automazione robotizzata, la cella di misura e certificazione, la movimentazione automatizzata di produzione, la logistica di immagazzinaggio e di palettizzazione. I cerchioni saranno tracciati e rintracciabili lungo tutto il percorso.

Completeranno il quadro dell’industria 4.0 cinque piazze dell’eccellenza: Robotica – Assemblaggio; Simulazione; Elettronica e Innovazione; Innovazione delle trasmissioni di potenza e Testing.

CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO