Filoalfa fa stampare in gomma

Filoalfa ha mostrato al recente Plast 2015 un materiale innovativo per la stampa 3D FDM: la gomma.

Per arrivare a farlo Luciana Ciceri e Antonio Berera di Filoalfa hanno instaurato una collaborazione con l’Università di Pavia all’interno del progetto 3D@UNIPV e il Computational Mechanics & Advanced Materials Group.

«Abbiamo creato diverse nuove miscele di gomma - ha detto Luciana Ciceri -. Al momento è in vendita il FiloFlex 43D, disponibile nella colorazione nero/antracite. Al tatto simile alla gomma naturale, ha la capacità di non deformarsi e di tornare alla forma originaria».

«Stiamo continuando a testare altre composizioni di materiali - ha detto Antonio Berera -. In questo periodo ci siamo concentrati sulla gomma per fornire ai nostri clienti differenti prodotti per altrettanti usi: che siano ludici oppure pratici».

Questa la scheda tecnica del FiloFlex 43D da 2,85 mm e di 1,75 mm di diametro, in bobina da 34 euro, come riportata dal sito di Filoalfa:

TPU flessibile ø 1,75 mm e 2,85 mm

Durezza superficiale 43 shore D

Bobina da 700 gr di filo "gommoso" per la stampa 3D

T estrusione: 210 - 250 °C

Piano di stampa: T 90 °C, oppure su nastro adesivo gommato (duct tape) con piano freddo.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here