3D Systems punta sul software

3D Systems ha presentato all'Imts di Chicago una serie di novità software che spingono a usare la stampa 3D per la produzione di parti finite, a cominciare da quelle in metallo.

La società ha infatti lanciato 3DXpert, una soluzione software per la razionalizzazione e l'automazione dei processi di pre e post-produzione per la stampa diretta con metallo.

La soluzione è pensata come un pacchetto unico che copre l'intero flusso di lavoro: si va dall'importazione dei dati all'ottimizzazione della geometria, dalla predisposizione della piattaforma di costruzione all'invio del file alla stampante, contemplando anche le fasi di lavorazione della parte finale.

3DXpert utilizza la tecnologia Volume Representation (V-Rep) per creare e modificare micro reticoli per ottimizzare le parti risparmiando peso e materiale.

3D Systems ha anche collaborato con Ptc per integrare 3D Sprint SDK nella piattaforma Cad Creo in modo che gli utenti possano inviare il loro file CAD di progettazione direttamente a una stampante 3D.

Per il ceo di Ptc, Jim Heppelmann, si tratta dell'inizio di un percorso che dovrà portare gli utenti a sfruttare appieno la potenza della stampa 3D e lavorare in continuità dalla progettazione digitale alla parte fisica.

Parallelamente, il ceo di 3D Systems, Vyomesh Joshi, ha sottolineato che la prototipazione rapida continuerà a essere centrale, ma la tecnologia e le risorse tendono a fare della produzione in 3D una realtà.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here