xMED412, il materiale per dispositivi di nuova generazione

materiale henkel

Nexa3D, produttore di stampanti 3D stereolitografiche ed Henkel, hanno annunciato la disponibilità di xMED412, un materiale simile al polipropilene che è stato ideato per la produzione di una varietà di dispositivi biocompatibili, medici e indossabili.

Prodotto da Henkel, è interamente basato sul suo materiale Loctite MED412 ed è coperto da tutte le autorizzazioni, prove e certificazioni associate.

xMED412 è stato sviluppato da Henkel per offrire prestazioni dei pezzi altamente costanti con funzionalità straordinarie. Il materiale per uso medico è un fotopolimero molto resistente e duraturo con caratteristiche meccaniche simili al polipropilene con fantastico allungamento, resistenza agli urti e resistenza alla compressione. Scopri le specifiche complete delle prestazioni scaricando il nostro MDS.

Le parti xMED412 stampate sull'NXE400 di Nexa3D richiedono la post-elaborazione e la pulizia in conformità con le raccomandazioni dell'azienda e possono essere lavorate, filettate o lucidate per fornire le finiture di produzione desiderate.

Ci sono molte ragioni per cui la plastica come xMED412 è sempre più richiesta per la produzione additiva.

xMED412 è un materiale leggero ma robusto dotato di proprietà isolanti intrinseche, progettato per resistere a urti, umidità e vibrazioni. Queste caratteristiche e caratteristiche altamente desiderabili sono ideali per i dispositivi che potrebbero aver bisogno di essere sterilizzati o disinfettati e vengono spediti in tutto il mondo per l'uso in ambito domestico e sanitario.

Per promuovere la miniaturizzazione di dispositivi biocompatibili, medici e indossabili, i progettisti stanno incorporando nuovi materiali nei progetti dei dispositivi per una maggiore flessibilità del ciclo di vita del prodotto. Per le aziende che producono dispositivi medici monouso o dispositivi riutilizzabili, molti componenti critici devono piegarsi e flettersi per l'uso sul o vicino al corpo di un paziente.

Tali componenti e substrati devono essere flessibili, elastici e spesso resistenti alla piegatura, ed è qui che brilla davvero la combinazione di xMED412 come stampato in 3D sull'NXE400.

Ken Kisner, Head of Innovation di Henkel per la stampa 3D ha spiegato di aver “sviluppato e testato con la stampante 3D NXE400 di Nexa3D una moltitudine di flussi di lavoro approvati progettati per liberare tutto il potenziale delle straordinarie proprietà fisiche e biocompatibilità di xMED412. Nexa3D e Henkel hanno fornito una soluzione di produzione digitale per un numero crescente di dispositivi medici, dispositivi sportivi indossabili e prodotti audio personalizzati. Soprattutto per quanto riguarda l'attuale pandemia di Covid-19, siamo lieti che i tamponi rinofaringei fabbricati con xMED412 sull'NXE400, in conformità con le nostre procedure pubblicate, siano già stati cancellati attraverso studi clinici e siano conformi ai test ISO 10993 e Classe I FDA Classificazione esente".

Per Izhar Medaly, Chief Operating Officer di Nexa3DQuesta è la nostra seconda introduzione di materiale congiunto in altrettanti mesi con Henkel per sviluppare un portafoglio di fotopolimeri ad alte prestazioni co-marchio attraverso i nostri canali globali in espansione. Stiamo continuando a indirizzare congiuntamente opportunità specifiche di produzione industriale ad alto rendimento sfruttando la nostra velocità di stampa, il grande volume di costruzione e la tecnologia di gestione intelligente della resina per convertire le resine ad alte prestazioni Henkel in parti funzionali realizzate con la stampante 3D NXE400".

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here