Tre nuovi filamenti Zortrax per ottimizzare la Inventure

Al momento del varo l'ultima stampante 3D nata in casa Zortrax, la Inventure a doppio estrusore, era in grado di lavorare con i filamenti Z-PLA, Z-PETG e Z-SUPPORT.

Da allora l'azienda polacca ha ampliato la gamma con tre filamenti avanzati, aumentando la resilienza, la flessibilità e la facilità della post-elaborazione.

La nuova gamma di materiali Plus di Zortrax è disponibile sullo store online di Zortrax e in Italia presso 3DP World e la sua rete di partner, che sarà presentata ufficialmente in Italia il 23 febbraio, presso il Palazzo della Cultura di Tecniche Nuove, a Milano.

Tre nuovi materiali

Lo Z-ULTRAT Plus è un materiale basato sull'ABS e rappresenta la soluzione Zortax per realizzare prototipi durevoli, robusti e funzionali. L'azienda lo qualifica come materiale ad alta resilienza, evidenziandone così l'elevata resistenza agli urti e la capacità di resistere a temperature superiori a 90 °C.

In uno use case esemplificativo, Zortrax ha stampato in 3D una valvola di controllo di un riscaldatore, utilizzata per regolare la temperatura nei motori delle automobili.

Lo Z-ULTRAT Plus è disponibile in 6 colori: blu, rosso, arancione, grafite,
avorio e nero puro. Combinati fra loro, i colori possono aggiungere chiarezza a un prototipo di produzione, consentendo ai progettisti di individuare le parti esatte da modificare.

Lo Z-ULTRAT Plus è compatibile con il nuovo materiale Z-SUPPORT Plus di Zortrax.

Aggiornamento del materiale standard Z-SUPPORT compatibile con Z-PETG, Z-PLA e Z-SEMIFLEX) Z-SUPPORT Plus è progettato per l'ambiente della camera di costruzione richiesto per la stampa 3D di filamenti tipo ABS.

Entrambi i materiali della gamma Z-SUPPORT sono solubili in acqua, facilitando la post elaborazione.

Dss, la stazione di dissolvimento dei materiali di supporto di Zortrax

L'utente può semplicemente inserire un pezzo stampato in 3D con Z-SUPPORT nel sistema di Dissolvable Support System (DSS System). Dopo poco tempo in ammollo ne risulta una parte completamente priva di residui.

La solubilità di questo materiale lo rende prezioso per gli oggetti stampati 3D complessi con parti in movimento.

Z-SEMIFLEX è combinato di plastica e gomma. Basato su TPU, Z-SEMIFLEX è un materiale duro ma flessibile "resistente allo strappo, all' abrasione, all' impatto e alla temperatura superiore a 130 °C".

Gli oggetti realizzati con il materiale possono essere allungati, ma mantengono la loro forma durante il riposo.

Con Z-SEMIFLEX è possibile realizzare oggetti personalizzati per l'utilizzo finale e il filamento della stampante 3D è potenzialmente adatto per programmi di ricambi o prototipi sottoposti a test intensivi.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here