Stampanti 3D desktop verso il canale indiretto

Nel 2016 è aumentato il ruolo del canale di distribuzione per le stampanti 3D desktop, mentre il mercato industriale è rimasto diretto.

Lo ha decretato la società di analisi Context, che ha preso in esame le strategie di go-to-market dei produttori di stampa 3D di tutto il mondo.

"Mentre il mercato crescerà, così anche il canale di distribuzione si evolverà", ha sentenziato Chris Connery VP per l'analisi globale di Context.

I dati raccolti da Context mostrano che nel 2016 il 64% delle vendite globali di stampanti 3D personal/desktop, ossia quelle sotto la soglia dei 5.000 dollari è stato fatto con il canale indiretto (ad esclusione della canale retail), rispetto al 61% dell'anno precedente.

La vendita retail ha visto diminuire la sua quota dal 17% del 2015 al 11% del 2016, con i vendor che hanno spostato la loro attenzione a breve termine dai consumatori puri al settore professionale ed education.

Le vendite dirette sulle piattaforme di crowdfunding come Kickstarter e Indiegogo, ha visto un lieve aumento, con il 21% delle entrate globali delle stampanti 3D desktop, rispetto al 20% di un anno fa.

Nel segmento delle stampanti 3D industriali, che comprende quelle da 10mila dollari a oltre 1 milione, il mercato ha visto uno spostamento dei ricavi verso la fascia alta, come quella delle stampanti 3D a metallo.

Invero le stampanti 3D a metallo in genere hanno prezzi che superano anche il milione di dollari, sono anche molto grandi, occupano una quantità considerevole di spazio della fabbrica, e quindi non si prestano a essere vendute o distribuite tramite canale indiretto.

Pertanto il mercato professionale industriale ha visto generare il 40% dei ricavi del 2016 cpn una vendita diretra dal fornitore al cliente finale, contro il 31% di un anno fa.

Il principale canale indiretto per la vendita di stampanti industriali e professionali è tramite distributori specializzati dedicati alla stampa 3D e al CAD o indirizzati a uno specifico mercato verticale, come la gioielleria o la manifattura. Le vendite attraverso questi operatori hanno rappresentato il 57% del fatturato globale, in calo dal 65% rispetto a un anno fa.

Andando avanti, il mercato delsegmento desktop/professionale è destinato a cambiare ancora sulla spinta della continua rifocalizzazione dei leader del settore come Stratasys e 3D Systems e della crescita di XYZprinting.

Dal lato delle stampanti industriali/professionali, il paesaggio del canale sarà influenzato dall'ingresso del canale di HP, la continua progressione della EOS, l'emergere di nuove società di GE e l'avanzamento della stampa del metallo 3D.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here