La stampa 3D rivoluziona tutta l’industria automobilistica

La stampa 3D rivoluziona l'industria automobilistica: progressi significativi nel settore negli ultimi dieci anni hanno trasformato i processi di progettazione, sviluppo, produzione e distribuzione nel settore, lasciando il posto a nuovi progetti, prodotti più leggeri e sicuri, tempi di consegna più brevi e costi inferiori.

La stampa 3D è assurta al primo livello di attenzione dell'industria automobilistica migliorando la funzionalità e il valore dei prodotti esistenti in ogni modo, pur incarnando un concetto che esiste da oltre 30 anni, trattandosi di un processo in cui un dato di progettazione 3D descritto in un file digitale viene utilizzato per sviluppare un componente depositando i materiali in strati.

Un recente rapporto di Allied Market Research afferma che l'industria della stampa 3D automobilistica raggiungerà probabilmente i 2,73 miliardi di dollari entro il 2023, crescendo a un CAGR del 19,7% dal 2017 al 2023.

La necessità di una gestione efficiente della logistica, oltre a ridurre i tempi di produzione e associati costi, stanno guidando la domanda per l'industria. Pertanto, la stampa 3D presenta ampie applicazioni nel settore per la prototipazione e la lavorazione degli utensili, la ricerca e lo sviluppo e l'innovazione di prodotto. D'altra parte, il mercato affronta alcune sfide come l'ampiezza dei software di stampa 3D e la mancanza di manodopera qualificata.

Il settore della produzione additiva è altamente competitivo e, pertanto, gli attori si concentrano su capacità specifiche che possono portare a una maggiore competitività. Alcune di queste funzionalità includono meno restrizioni di progettazione e producono direttamente componenti finali, eliminando la necessità di nuovi strumenti.

Recentemente si sono verificati diversi sviluppi nell'industria automobilistica e Allied Market research ne cita alcuni per noi.

Local Motors, una società di produzione di veicoli con sede in Arizona, ha recentemente installato la stampante 3D composita più grande del mondo chiamata Thermwood LSAM presso la micro-fabbrica di Knoxville, che verrà utilizzata per produrre lo shuttle Olli, veicolo autonomo dell'azienda. Il sistema Thermwood LSAM è stato sviluppato con l'intento di produrre strutture e parti su larga scala utilizzando materiali compositi e un approccio additivo.

Lo scorso giugno Audi ha annunciato che il centro di stampa 3D di Ingolstadt, in Germania, ha adottato la stampante 3D multi-materiale a colori J750 di Stratasys, che viene utilizzata per produrre modelli fisici a colori di parti automobilistiche, ridurre il tempo necessario per la prototipazione e accelerare il processo di verifica del progetto.

Il processo di verifica della progettazione è fondamentale nella produzione automobilistica poiché determina l'approvazione o la negazione di nuovi concetti di progettazione prima che venga sviluppato un nuovo veicolo.

Secondo Audi la prototipazione consente di otterene riduzioni dei tempi di consegna fino al 50% per alcune parti con funzionalità di stampa multi-materiale a colori. Uno dei componenti che beneficia della stampante è la copertura della luce posteriore del veicolo. Le coperture erano tipicamente prototipate usando fresatura o stampaggio e dovevano essere realizzate in più parti.

A marzo 2018 Wipro3D ha introdotto una soluzione all'avanguardia e un centro di esperienza per la stampa 3D di metalli a Bangalore. Il primo centro del suo genere, che misura 12.000 metri quadrati, è stato inaugurato dal presidente di Wipro, Azim Premji. Equipaggiato con tecnologia di costruzione all'avanguardia, post-elaborazione, ricerca, caratterizzazione e strutture di convalida, il centro è una struttura di produzione additiva a metallo completamente integrata, dotata della certificazione AS9100 Rev D.

A giugno 2018, AMFG ha lanciato una nuova piattaforma software che utilizza l'intelligenza artificiale per automatizzare la produzione di produzione additiva. Le funzionalità di intelligenza artificiale dell'azienda forniscono ai produttori un'automazione completa della produzione per le parti di uso finale, tra cui automazione della pianificazione, analisi di stampabilità e automazione post-elaborazione.

A maggio 2018, Coherent ha acquisito O.R. Lasertechnologie GmbH, società che produce utensili ad alta precisione per la produzione additiva laser con l'obiettivo di aumentare il portafoglio di prodotti della ex azienda nella produzione additiva. L'acquisizione fornisce a Coherent una linea di prodotti complementari che aumenta il portafoglio di soluzioni nella produzione additiva. Inoltre, l'accordo consente ai prodotti di quest'ultimo di integrarsi perfettamente con l'offerta attuale del precedente. O.R. si occupa principalmente di deposizione diretta di metalli e tecnologie e sistemi di fusione selettiva di strati e sistemi di taglio, saldatura, marcatura e incisione per le ndustrie automobilistica, dentale, aerospaziale.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here