Solvay, filamenti per la stampa 3D nel settore sanitario

Solvay, fornitore mondiale di polimeri speciali, ha ampliato il proprio portafoglio di filamenti ad alte prestazioni per applicazioni di produzione additiva con l'introduzione di tre prodotti di grado medicale da utilizzare nell'industria sanitaria.

Un filamento puro KetaSpire polietereterchetone AM (PEEK) (NT1 HC) e un filamento KetaSpire PEEK AM rinforzato con fibra di carbonio al 10% (CF10 HC), insieme a un filamento Radel polifenilsulfone (PPSU) nitido (NT1 HC) sono i primi filamenti di Solvay di grado medico per applicazioni a contatto limitato, ossia con un tempo inferiore a 24 ore per contatto fisico con tessuto corporeo.

Tutti e tre i gradi sono immediatamente disponibili in Europa e Nord America nella piattaforma di ecommerce di Solvay.

Come spiega Christophe Schramm, Additive Manufacturing Business Manager presso la Business Unit globale (GBU) di Solvay Specialty Polymers, "Il settore sanitario sta rapidamente emergendo come un mercato in grado di beneficiare della tecnologia di produzione additiva, che sappiamo rende possibili parti personalizzate per singolo uso o bassi volumi. Tuttavia, esiste ancora una scelta molto limitata di filamenti ad alte prestazioni che soddisfano i severi requisiti normativi nel settore sanitario e questo è il divario che vogliamo chiudere con la nostra nuova selezione di prodotti di grado medicale".

Fa sapere Solvay tramite una nota che i filamenti  KetaSpire PEEK AM sono progettati per consentire un'eccellente fusione di strati stampati, consentono un'alta densità delle parti e offrono un'ottima resistenza delle parti, anche lungo l'asse z.

I filamenti Radel PPSU AM offrono un'ottima fusione di strati stampati oltre a trasparenza, allungamento e tenacità.

Come ha spiegato Jeff Hrivnak, responsabile commerciale globale di Healthcare di Solvay Specialty Polymers "Questi filamenti possono essere utilizzati per una vasta gamma di applicazioni sanitarie come guide chirurgiche personalizzate per paziente e per componenti complessi in dispositivi medici monouso e riutilizzabili".

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here