Sinterizzazione laser, materiali sostenibili da Dsm e Nexa 3D

nexa3d dsm

Royal DSM collabora con Nexa3D per fornire una nuova classe di materiali sostenibili per la sinterizzazione laser da destinare alla produzione additiva in serie ultraveloce.

DSM e Nexa3D hanno infatti annunciato una partnership per accelerare il disponibilità dei sistemi QLS-350 di Nexa3D con polveri di sinterizzazione laser approvate dalla catena di fornitura di DSM per la produzione in serie.

Nell'ambito della collaborazione, Nexa3D prevede di includere immediatamente il primo materiale di sinterizzazione laser PBT di DSM, Arnite T AM1210 (P), con ogni sistema Quantum Laser Sintering QLS  350 che commercializzerà a partire dal primo trimestre del 2021.

La partnership fra Nexa3D e Dsm sottolinea l'impegno di entrambe le società per accelerare l'adozione della produzione additiva sostenibile per la produzione in serie di connettori elettrici, elettronica automobilistica e applicazioni di illuminazione attraverso collaborazioni innovative progettate per sbloccare il pieno potenziale di polimeri ad alte prestazioni per la produzione additiva.

Si prevede che l'uso di materiali PBT di sinterizzazione laser aumenterà in modo esponenziale nel prossimo decennio, guidato principalmente dall'accelerazione delle innovazioni nei settori automobilistico, elettrico ed elettronico.

Questa tendenza è particolarmente osservata nell'industria automobilistica, dove la necessità di materiali più leggeri, più sostenibili e con minore manutenzione governa i progetti futuri.

Si prevede che l'uso di materiali di qualità ingegneristica come il PBT aumenterà a causa della necessità di ridurre al minimo i problemi che circondano la corrosione dei metalli e i costi elevati associati.

Arnite T AM1210 (P) di Dsm è la prima polvere PBT per la sinterizzazione laser ed è, dal suo lancio nel 2019, nota per le prestazioni di produzione in serie, come quelle di cui si occupa Nex3D, nella realizzazione di parti per uso finale, come elettronica automobilistica e applicazioni, che devono funzionare a temperature elevate.

Arnite T AM1210 (P) ha le stesse proprietà dielettriche del materiale utilizzato nei processi di stampaggio a iniezione, rendendolo un materiale familiare agli ingegneri.

Sviluppata per un'ampia finestra di sinterizzazione, la polvere è facile da stampare ed è sostenibile, con un alto tasso di riutilizzo (maggiore del 60%) e riciclabile nella misura in cui il materiale può essere riportato al processo a letto di polvere.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here