PVA Removal Station, la post-elaborazione di Ultimaker

ultimaker

Ultimaker ha annunciato che la sua Ultimaker Platform sarà arricchita con la PVA Removal Station professionale per consentire di sviluppare prototipi più velocemente.

Le stampanti 3D che usano il PVA, o PolyVinyl Alcohol, come materiale di supporto, infatti,  richiedono una post-elaborazione per rimuoverlo.

Ciò è possibile generalmente sciogliendo il PVA per un lungo periodo di tempo in acqua.

A seconda delle dimensioni, della complessità del design e della densità della struttura di supporto, questo processo può richiedere più di un giorno per essere completato.

La PVA Removal Statio, riporta una nota di Ultimaker, riduce questo tempo fino al 75%.

Riduce anche il tempo di operatività, poiché gli operatori non devono più rimuovere manualmente il PVA o controllare il processo di dissoluzione.

La PVA Removal Station viene descritta da Ultimaker come facile da usare, pulire e manutenere.

Riempita con 13,5 litri di acqua per sciogliere il PVA, la sua direzione di circolazione cambia automaticamente e la velocità può essere regolata secondo le necessità.

Viene fornito con un contenitore e un divisore per fissare le stampe e tenerle immerse. L'indicatore di saturazione mostra se l'acqua deve essere cambiata, e il contenitore trasparente permette una rapida visione del processo di dissoluzione.

La PVA Removal Station è una soluzione di uso universale e sarà disponibile nella prima metà del prossimo anno.

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here