Penn State sviluppa materiali plastici per la stampa 3D

penn state

Nel Centro per l'elaborazione di Materiali Innovativi con la Deposizione Digitale Diretta (CIMP-3D) della Pennsylvania State University sarà installata una stampante Roboze One + 400 Xtreme.

Il CIMP-3D include numerosi sistemi di produzione additiva, uno studio di progettazione e un laboratorio di prototipazione all'avanguardia.

L'attuale attività di ricerca all'interno del centro è diretta allo sviluppo di tecnologie che consentiranno un maggiore utilizzo della produzione additiva nell'industria.

La stampante Roboze One + 400 Xtreme, progettata per produrre pezzi finiti funzionali con prestazioni elevate e stampare facilmente materiali compositi avanzati adatti a condizioni operative estreme, sarà installata all'interno del Dipartimento di Ingegneria Chimica del Penn State per testare nuovi materiali plastici da introdurre nella produzione additiva.

Con l’acquisto della stampante Roboze, gli studenti del Dipartimento di Ingegneria Chimica del Penn State potranno mettersi alla prova con nuovi polimeri e sviluppare nuove formulazioni per fornire più funzionalità alle parti stampate.

Il Beltless System idella Roboze One + 400 Xtreme ntroduce un movimento diretto degli assi X e Y, affidato ad una cremagliera e pignoni in acciaio temperato. La ripetibilità dei movimenti è garantita dai denti degli ingranaggi e assicura la fluidità dei movimenti, silenziosità, precisione di posizionamento pari a 0,01 mm e operazioni di manutenzione molto facili e veloci.

La scelta di produrre componenti utilizzando questo sistema è punta a garantire la migliore qualità di stampa dei polimeri ad alta temperatura come il PEEK.

Le parti stampate in 3D saranno utilizzate da Penn State per far progredire la ricerca in diverse aree, utilizzando per esempio le parti nei reattori chimici, dove la stampa può produrre nuove strutture gerarchiche in grado di migliorare le prestazioni e fornire per l'ottimizzazione energetica dell'acqua in sistemi di purificazione che rimuovono virus e materiali reattivi-additivi che forniscono feedback dall'ambiente circostante.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here