North Carolina, distretto dell’additive manufacturing

Sul finire dell'anno scorso Proto Labs ha aperto un impianto di 77.000 piedi quadrati a Cary, nel North Carolina subito dopo aver acquisito per 38 milioni di dollari e FineLine Prototyping, un produttore di prototipi di Raleigh.

Vicki Holt, ceo di Proto Labs ha detto che l'azienda ha deciso di puntare sul North Carolina (quasi triplicando la propia portata produttiva) in virtù della grande offerta di talenti che arriva da università e aziende situate all'interno del cosiddetto Triangolo Raleigh-Durham.

Il North Carolina è la patria di 52 college e università e di un sistema di Community College fatto da 58 campus. I suoi college e le università sfornano 20.500 diplomati in discipline STEM. Elevata anche la produzione dello Stato, con 460.000 lavoratori impiegati nel settore manifatturiero in North Carolina.

Industria e sistema di istruzione superiore, insieme, stanno portando a innovazioni nella produzione additiva.

La North Carolina State University (NCSU) è sede di programmi e opportunità per la produzione adidtiva. Con il proprio Center for Additive Manufacturing and Logistics ha sviluppato e continua a sviluppare la ricerca di base e attività di trasferimento tecnologico.

Aglli studenti del Edward P. Fitts Department of Industrial and Systems Engineering (ISE) alla NCSU sono sottoposti vari corsi di produzione elogistica, e il Corso di Laurea ISE utilizza la produzione additiva nei corsi obbligatori .

Lo Stato del NOrth Carolina dispone di molteplici makerspace, anche presso biblioteche, dove gli studenti possono produrre prototipi con la stampa 3D, fare scansioni 3D, creare dispositivi indossabili.

Il Wake Tech Community College, a Raleigh, è sede di un centro di formazione per la fabbicazione additiva, per rispondere alle esigenze di formazione delle imprese locali. Offre corsi tecnico industriali.

La Wake Forest University ha fatto notizia l'anno scorso quando i ricercatori del team del dottor Atala hanno creato una stampante per il bioprinting, in grado di stampare con organi umani, tessuti e ossa.

Infine l'università UNC Chapel Hill ha legami diretti con Carbon, azienda che ha creato il processo di stampa 3D CLIP. Due dei suoi tre fondatori hanno legami con UNC: il CEO Joseph DeSimone è attualmente in congedo dal suo ruolo di Chancellor’s Eminent Professor di Chimica presso Chapel Hill; William R. Kenan è Professore di Ingegneria Chimica presso la North Carolina State University e di Chimica presso l'Università del North Carolina. E anche Edward T. Samulski è stato professore di chimica a UNC.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here