Due nuovi materiali Stratasys per applicazioni ingegneristiche

Stratasys ha annunciato l'utilizzo di due nuovi materiali innovativi: il Nylon 12CF FDM, un materiale termoplastico caricato con fibra di carbonio tanto robusto da poter sostituire componenti metallici in un'ampia gamma di applicazioni e, per il processo PolyJet, l'Agilus30, una nuova linea di materiali flessibili e resistenti nel tempo, capace di sopportare ripetute sollecitazioni di flessione senza subire rotture o deformazioni.

Nylon 12CF FDM

Il primo materiale composito ad alte prestazioni, capace di sostituire il metallo in diverse applicazioni, è a disposizione della tecnologia FDM di Stratasys: il Nylon 12CF FDM è ideale per una rapida prototipazione, per la produzione di attrezzi robusti e leggeri, come pure di prodotti finiti.

Composto da fibra di carbonio al 35%, il Nylon 12CF è il materiale termoplastico FDM di Stratasys che offre il miglior rapporto rigidità/peso, rispondendo alle esigenze di prestazione funzionale dei settori più diversi, da quello automobilistico a quello aerospaziale, dai beni ricreativi alla manifattura industriale

Il Nylon 12CF FDM riveste particolare interesse per

  • Ingegneri di progetto che hanno bisogno di produrre rapidamente componenti robusti, leggeri e rigidi per la prototipazione funzionale, in modo da ridurre i tempi di immissione sul mercato.
  • Ingegneri industriali impegnati nella produzione di attrezzaggi come stampi e strumenti, dove è richiesto l'impiego di materiali ad alta rigidità e robustezza con un grande vantaggio in termini di riduzione del peso rispetto ai componenti in metallo.
  • Designer che producono su scala ridotta componenti con requisiti strutturali specifici che necessitano di un elevato grado di rigidità.

Distribuito a partire dal secondo trimestre, il Nylon 12CF FDM è disponibile per la stampante 3D Stratasys Fortus 450mc ed è compatibile con il supporto solubile SR-110. Richiede una versione aggiornata del software Insight e un upgrade dell'hardware. Il materiale può produrre parti sovrapponendo strati dello spessore di 0,254 mm (0,010 pollici).

Agilus30

La serie di materiali Agilus30 nasce dalla volontà di dare risposta alla necessità di designer e ingegneri di simulare materiali flessibili o gommosi. Questi materiali offrono molta più libertà in termini di manipolazione e in fase di sperimentazione di parti flessibili e prototipi, assicurando al contempo maggiore precisione, accuratezza dei dettagli e un notevole effetto di realismo.

Indicati per modellare componenti delicati sottoposti a ripetute sollecitazioni di flessione e curvatura, i materiali Agilus30, con prestazioni simili alla gomma e compatibili con il supporto solubile (SUP706), saranno di interesse per ingegneri meccanici, responsabili di prototipazione rapida e designer industriali.

Diverse sono le applicazioni che possono usufruire delle proprietà dell'Agilus 30, come processi di sovrastampaggio, soft-touch e cerniere integrali, tubi, sigillature e guarnizioni, ma anche pomelli, maniglie e manici.

L'Agilus30 può essere abbinato ad altri materiali per la composizione di un'ampia gamma di materiali digitali con una grande varietà di valori di durezza Shore A, forme e colori.

L'Agilus30, compatibile con Objet 260, 350, 500 e con le piattaforme di stampa 3D Connex 1/2 di Stratasys, è già in distribuzione.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here