Nuovi materiali compositi per la Ultimaker S5

Ultimaker collabora con aziende del settore dei materiali come Owens Corning e Dsm per offrire una gamma sempre più ampia di materiali, eliminandole problematiche che spesso derivano dall'utilizzo di prodotti di terze parti.
E per rendere più semplice la stampa dei materiali compositi, sta per lanciare un nuovo print core, il CC Red 0.6.

Il print core, sviluppato in collaborazione con Anders Olsson, ha un ugello da 0.6 mm finemente lavorato con una geometria appositamente personalizzata. Con una punta di rubino che resiste all'usura, questo print core assicura stampe 3D affidabili con i materiali compositi. Nel packaging sono incluse anche quattro cover per gli ugelli della Ultimaker S5, per un utilizzo a lungo termine.

Il print core CC Red sarà disponibile presso il distributore Crea 3D e presso tutti i rivenditori Ultimaker, a partire dal 13 Novembre 2018.

Grazie anche ai profili di Ultimaker Cura, il print core intercambiabile garantirà risultati perfetti con i materiali di terze parti, così come avviene già con l'utilizzo dei materiali Ultimaker. Il print core CC Red è stato creato per resistere a vita alla stampa dei materiali abrasivi.

Materiali compositi per la Ultimaker S5

Owens Corning è specializzata in materiali compositi in fibra di vetro, con laboratori di stampa 3D in Francia e negli USA. In risposta alle domande dei clienti, Owens Corning e Ultimaker hanno lavorato insieme per sviluppare profili di stampa, ottimizzati per la Ultimaker S5, per i loro filamenti Xstrand GF30-PP e Xstrand GF30-PA6.

Il rinforzo in fibra di vetro del materiale assicura stampe resistenti, con buona resistenza chimica e ai raggi UV, in grado di sopportare un ampio intervallo di temperature operative.
Chris Skinner, Vicepresidente di Composites Strategic Marketing presso Owens Corning ha spiegato in una nota che “La nostra collaborazione con Ultimaker è dovuta alle elevate prestazioni e all'affidabilità delle loro stampanti 3D. Collaborare con i loro esperti dei materiali ha consentito di realizzare le impostazioni perfette per i nostri materiali in Ultimaker Cura”.

Anche Dsm, specialista in materie plastiche per l'ingegneria, sta creando profili per il Novamid ID1030 CF10, un nuovo poliammide per parti stampate in 3D con proprietà vicine a quelle ottenibili in genere solo mediante stampaggio a iniezione.

Questo materiale è caricato con il 10% di fibra di carbonio, che produce stampe più forti, più resistenti e più rigide, con una velocità di stampa che corrisponde ad una plastica non rinforzata. L'elevata resistenza di questo materiale lo rende ottimale per le applicazioni strutturali del settore automobilistico.

Hugo da Silva, Vicepresidente dell'Additive Manufacturing presso Dsm ha detto che “Insieme possiamo contribuire ad offrire una soluzione semplice e senza intoppi, poichè il loro software e la Ultimaker S5 sono completamente allineati con i nostri materiali, per creare parti illimitate di alta qualità”.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here