Manufat e la stampa 3D per il settore meccanico

HP operativa all’interno della struttura di Manufat.
Una stampante 3D di HP operativa all’interno della struttura di Manufat.

Manufat è una giovane realtà del lecchese, specializzata nella stampa 3D per il settore meccanico. La grande passione per le tecnologie additive ha spinto Sam Bianchi Bazzi, all’età di soli 19 anni, a fondare questa piccola azienda, oggi in costante crescita. Ecco cosa racconta a 3D Printing Creative.

La nostra esperienza prettamente tecnica ci permette di lavorare al meglio con aziende meccaniche e dell’automazione. In Manufat, confrontandoci ogni giorno con gli uffici tecnici di svariate imprese, conosciamo a fondo i problemi che queste riscontrano, trovando sempre una soluzione che permetta di abbattere i costi, semplificare il processo produttivo o in generale di avere degli importanti benefici. Per poter supportare al meglio le diverse esigenze, abbiamo un reparto di Additive Manufacturing costituito stampanti 3D con tecnologie differenti.

Multi Jet Fusion. L’impianto di stampa 3D più evoluto, per la realizzazione di parti finite, piccoli e medi lotti produttivi e prototipi funzionali. Il materiale utilizzato in Manufat è Nylon PA12, un tecnopolimero dalle elevate prestazioni meccaniche e termiche, con la quale si ottengono parti isotrope con una ottima qualità superficiale. Proponiamo questa tecnologia come una valida alternativa ai processi di stampaggio ad iniezione e lavorazioni tradizionali sull’alluminio. La polvere di Nylon PA12 risponde a numerose certificazioni, tra le quali la biocompatibilità, Reach, RoHS, UL94, Toy Applications...

FDM. Utilizzando macchine professionali molto performanti è possibile realizzare prototipi funzionali di grandi dimensioni, dime, posaggi e attrezzature, utilizzando materiali come ABS, PETG e materiali caricati con fibre di vetro e carbonio. Le parti, molto durevoli nel tempo, rispondono anche alle più importanti certificazioni FDA for Food Contact, ESD per ambienti elettronici, V0 per applicazioni dove è necessaria la autoestinguenza del materiale.

SLA. Consigliamo l’utilizzo della tecnologia SLA per parti di altissima qualità. Le nostre macchine stereolitografiche utilizzano resine con caratteristiche differenti, scelte in base all’esigenza. La maggior parte delle resine sono per utilizzo ingegneristico ma disponiamo anche di resine per ambiti dentali e medicali (biocompatibili) oppure calcinabili per il settore orafo. Al momento solo disponibile per parti di piccole dimensioni (150 mm di lato), a partire da fine anno saremo operativi anche con un impianto di stampa dal volume di circa 300 x 300 x 300 mm!

Per aumentare la convenienza economica dell’utilizzo della stampa 3D, forniamo anche delle specifiche consulenze per l’ottimizzazione topologica delle parti. Sfruttando i più avanzati software di Generative Design, possiamo supportare le aziende verso una progettazione mirata alle tecnologie additive.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here