La lampada che stampa in 3D in vendita da Tiger

Q3d è insieme una lampada e una stampante 3D frutto di una partnership tra Flying Tiger Copenaghen e Politronica, spin-off dell’Istituto Italiano di Tecnologia, nata nel 2009 come start up del Politecnico di Torino.

Nel 2016 Politronica ha dato vita al progetto Qubit3D finalizzato alla realizzazione di una Fabbrica per la Manifattura Digitale in Rete e nel 2017, in qualità di partecipata dalla Bchainvest Trust, ha contestualmente avviato la ICO 3D-Token al fine di sperimentare il mercato finanziario delle criptovalute, rendendo possibile la conversione di moneta virtuale in ore di stampa 3D.

Pensata e progettata in funzione della manifattura digitale, q3d è una lampada da tavolo e una stampante 3D ed è iun oggetto completamente prodotto da una fabbrica 4.0.

 

L’estetica della q3d si ispira al lavoro dell’artista statunitense Alexander Calder, in particolare a un alfabeto di forme a cui ci si è riferiti per “tradurre” le sagome delle componenti plastiche (xyz).

Il design ha preso a sua volta ispirazione dall’iconica lampada LUXO L-1 realizzata nel 1937 dal designer norvegese Jac Jacobsen e destinata ad essere uno degli oggetti più riprodotti nella storia del design, fino a diventare la mascotte degli studi Pixar Animation.

La lampada che stampa a resina fotoindurente

Meccanicamente il braccio della q3d è mosso da materiali semplici quali fili ed elastici, che interagiscono con la rotazione del piatto. In questo modo geometria delta e polare si combinano nella medesima meccanica.

L’elettronica della q3d è basata su un motore Arduino e ha un firmware ottimizzato e basato su librerie open source.

La q3d estrude del materiale, ma non si tratta di un termoplastico fuso, bensì di una resina polimerica che, a differenza delle resine fotoreticolanti finora utilizzate con le stampanti DLP, indurisce con la luce bianca emessa da una normale lampada a LED.

In questo modo q3d può essere utilizzata anche come lampada da tavolo.

Il suo piatto di stampa consente la realizzazione di oggetti di dimensioni 80x80x120 mm, creati in esclusiva con Flying Tiger Copenaghen mediante tecniche di modellazione in realtà virtuale.

I file degli oggetti verranno rilasciati secondo collezioni periodiche unitamente alle confezioni di ricariche di resina acquistabili nei negozi Tiger (partendo in fase test nei negozi di Torino e Milano) e successivamente resi disponibili in download sul sito www.q3d.it.

Kit di montaggio

La q3d viene fornita smontata sotto forma di Kit in accordo con la filosofia RepRap, ma assemblabile con la facilità del Meccano per essere accessibile anche ai giovanissimi.

La presenza della q3d negli store di Flying Tiger Copenhagen ha due importanti valenze.

Da un lato rappresenta il primo caso reale di un oggetto destinato al canale retail realizzato secondo un modello produttivo teso all’azzeramento dei costi marginali.

Q3d vede quindi la luce all’interno di una vera e propria fabbrica 4.0 diffusa che produce in Italia secondo criteri di sostenibilità ambientale ed efficienza produttiva in just in time a km 0: ciascun centro di stampa digitale aderente al network Qubit3D ha contribuito alla produzione delle sue componenti plastiche che sono realizzate in PLA (acido polilattico), un materiale compostabile ottenuto da biorisorse anch’esse a km 0.

Su un altro versante, q3d rappresenta il primo passo di sperimentazione e accompagnamento del consumer verso la sua trasformazione in prosumer (produttore e consumatore).

Connesso ad uno stadio più avanzato del progetto vi sarà il rilascio di un pantografo virtuale attualmente in fase di studio che, grazie alla realtà aumentata ormai facilmente accessibile anche da mobile, consentirà agli utenti di sperimentare tecniche di modellazione semplici ed intuitive perché sviluppate a partire dalla movimentazione antropomorfa del braccio di stampa della q3d.

L’intento finale è quello di portare un pubblico di giovani utenti alla sperimentazione, sin dall’assemblaggio, di una robotica funzionale alla produzione digitale di oggetti personalizzati.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here