La lampada che stampa in 3D è in overbooking

La lampada che stampa in 3D creata da Politronica e in vendita presso Tiger è in overbooking.

E forse la colpa o il merito sono anche un po' nostri, se consideriamo il grande successo di lettura che hanno avuto l'articolo sul nostro sito e i post che abbiamo fatto su Facebook e Twitter.

Sul sito di q3d, fa sapere la società torinese, sono approdati oltre 3.000 potenziali clienti.

E in poco più di un mese Politronica ha saturato il 50% della propria capacità produttiva.

Solamente entro marzo devono andare in produzione e consegna 500 unità.

Questo "inaspettato successo", sono le parole di Politronica, pone di fronte la società a un cosiddetto “happy problem”, che spinge a riorganizzare il quadro di lavoro.

Politronica e FlyingTiger Copenaghen hanno dunque deciso di chiedere, a quanti hanno dato fiducia al progetto prenotando la q3d, di diventare beta tester.

Se accettano la proposta, i clienti che l'anno prenotata avranno la q3d gratuitamente in cambio della disponibilità a condividere con l'azienda torinese feedback, commenti, impressioni, delusioni ed entusiasmi che scaturiranno dal suo primo utilizzo.

Parallelamente verrà avviata una produzione più consistente di quella immaginata sino ad oggi, con l'obiettivo di portare la lampada che stampa in 3D sugli scaffali di Tiger a giugno.

L'uscita sarà preceduta da una campagna online di prevendita, questa volta, fanno sapere da Torino, supportata da un’adeguata attività di comunicazione che possa essere utile a dare una preventiva stima delle quantità da produrre.

Politronica resta a disposizione per qualsiasi chiarimento e approfondimento attraverso il numero verde e la pagina Facebook.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here