Iperammortamento, una leva per Wasp

Utilizzando anche la leva iperammortamento al 250% la Legge di Stabilità vuole incentivare l’acquisto di beni strumentali da parte delle aziende nell'ottica dello sviluppo di Industria 4.0.

Vale anche per Wasp, produttore di stampanti 3D di Massalombarda, che tramite il suo sito riassume il senso della manovra e mette a disposizione strumenti di valutazione delle opportunità offerte dal piano di incentivi.

Le stampanti 3D sono tra i beni strumentali che possono godere dell’iperammortamento al 250% nel 2017.

L’elenco dei “beni funzionali alla trasformazione tecnologica e/o digitale delle imprese in chiave Industria 4.0”, riporta il sito di Wasp, che potranno godere di questi incentivi sono suddivisi in quattro macro famiglie :

1. beni strumentali con funzionamento controllato da sistemi computerizzati e/o gestito tramite opportuni sensori e azionamenti, (dove ricadono le macchine utensili, i robot e le macchine per tecnologie additive);

2. sistemi per l’assicurazione della qualità e della sostenibilità;

3. dispositivi per l’interazione uomo-macchina e per il miglioramento dell’ergonomia e della sicurezza del posto di lavoro in logica 4.0;

4. beni immateriali (software, sistemi e/o system integration, piattaforme e applicazioni) connessi a investimenti in beni materiali Industria 4.0.

Was mette a disposizione uteriori informazioni specifiche e la lista dei beni rientranti nella manovra a questo link.

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here