Industria 4.0: Italia e Germania, confronto a Terni

Venerdì 20 gennaio si terrà a Terni un convegno che metterà a confronto il piano di Industria 4.0 promosso dalla Germania con quello italiano.

Il convegno è promosso dal senatore Gianluca Rossi, membro della 6ª Commissione permanente (Finanze e tesoro) e membro della Commissione parlamentare di vigilanza sull'anagrafe tributaria.

In Germania, dice Rossi in una nota, è nato un rapporto virtuoso, fatto di incentivi e produttività, tra manifatture tradizionali e robotica, internet delle cose, nanotecnologie, biotecnologie, meccatronica, scienze mediche, e così via. È un piano che non riguarda solo grandi aziende o nicchie di mercato, ma tutto il mercato del lavoro, ogni grandezza e ordine del processo produttivo, la formazione universitaria, la ricerca e gli investimenti pubblici e privati.

Gianluca Rossi senatoreIl Boston Consulting Group, prosegue il senatore del Pd, ha fatto uno studio sull’impatto dell’Industria 4.0 in Germania: entro il 2025 la robotizzazione e l’aumento di produttività faranno sparire 600 mila posti di lavoro, ma ne creeranno 950 mila meglio pagati, con un saldo netto di 350 mila nuovi posti di lavoro e una crescita addizionale dell’1% del Pil ogni anno.

La legge di stabilità italiana, continua Rossi, ha messo a disposizione 13 miliardi per iniziare il percorso di Industria 4.0 in Italia.

Il nostro Paese ha tutte le potenzialità per essere uno dei primi volani di questa innovazione, iniziando quei processi di ricerca, sviluppo e innovazione capaci di produrre nuova e buona occupazione in tempi favorevoli a guidare il cambiamento, prevenendo ed evitando emorragie di lavoratori meno qualificati. Si tratta di un processo corale, che deve necessariamente coinvolgere chi pianifica, come politica e amministrazione, e chi necessita di poche buone norme efficaci per lavorare al meglio e progettare, ossia l’industria.

Industria 4.0: il programma del convegno

Il convegno avrà luogo presso il CAOS (Centro arti opificio siri), dalle 16:45.

Il panel economico avrà il compito di per mettere in luce gli aspetti economici, industriali, pratici, applicativi, e ovviamente gli elementi da migliorare, di Industria 4.0 in uno scambio di esperienze tra Italia e Germania.

Il dibattito sarà moderato da Luca Ferrucci dell’Università di Perugia, Docente di Economia e Gestione delle Imprese e parteciperanno Domenico Arcuri, AD di Invitalia, Gerhard Dambach AD di Bosch, Federico Golla Presidente di Siemens, Alessio Gramolati responsabile del coordinamento delle politiche industriali della CGIL, Massimo Temporelli, fondatore di The FabLab Milano.

Seguirà il panel istituzionale, che sarà composto dalla Ministra Plenipotenziaria dell’Ambasciata Tedesca in Italia Irmgard Maria Fellner, dal Presidente dei Giovani Imprenditori di Confindustria Marco Gay e dalla Vicepresidente della Camera, Maria Sereni.  Avranno il compito di “rispondere” al primo panel, dando indicazione di come le istituzioni rispondono alle necessità delle aziende e quale cornice istituzionale è quella favorevole ad Industria 4.0.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here