Idbn a congresso

Il 25 e 26 maggio 2017 si terrà presso l'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna il primo congresso di Idbn, Italian Digital Biomanufacturing Network.

La prima giornata del congresso si aprirà con alcuni corsi introduttivi sugli aspetti tecnologici, progettuali, sanitario/organizzativi della stampa 3D in medicina.

Saranno offerte letture magistrali e presentazioni libere, nei formati a podio (con la sottomissione di un abstract formato tradizionale) e biomodello (con la sottomissione di una speciale scheda).

Ogni iscritto può presentare un lavoro a podio e/o un biomodello.

Tutti gli abstract e le schede ricevute verranno esaminati per la selezione da parte del Comitato Scientifico.

Sono organizzati due concorsi, uno per la selezione del miglior lavoro a Podio, l’altro per i tre migliori Biomodelli.

I lavori faranno riferimento ai seguenti argomenti:

Ortopedia e Traumatologia: dispositivi esterni: protesi d’arto, ortesi, plantari; guide chirurgiche ed accessori custom per la chirurgia. Dispositivi interni: impianti/endoprotesi/ revisioni; sostituzioni ossee/graft.

Odontoiatria e Maxillo

Neurochirurgia

Biomateriali: organi, vasi, tessuti

Tecnologie e materiali per la fabbricazione.

Viene ritenuto biomodello un manufatto originale ottenuto tramite tecnologia additiva; è utilizzabile direttamente come ausilio medico, o per la comunicazione col paziente, la pianificazione di un trattamento, o con fini didattici. Presentazioni nel formato biomodello non sono concesse alle aziende e agli espositori.

Gli interessati possono inviare entro il 31 gennaio il proprio Abstract o Scheda QUI.

Idbn è presieduta da Alberto Leardini, dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna

Fanno parte del comitato scientifico Ferdinando Auricchio, Università di Pavia; Alessandro FortunatoClaudio Marchetti dell'Università di Bologna; Claudio Belvedere, Paolo Caravaggi, Davide Donati, Andrea Ensini, Brunella Grigolo e Leonardo Vivarelli, dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna; Nicola Bizzotto, Verona e Bolzano; Andrea Giovanni Cutti, Inail - Vigorso di Budrio; Villiam Dallolio, Lecco; Lorenzo  Moroni, Maastricht University; Paolo Parchi, Università di Pisa
Paolo Poggi, Istituti Clinici Scientifici Maugeri - Pavia; Maria Livia Rizzo di Bologna.

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here