Formnext, HP porta la stampa 3D verso la produzione di massa

A Formnext 2018 HP ha annunciato nuove installazioni delle soluzioni di stampa 3D HP Jet Fusion e l’espansione di quelle esistenti nei settori dei trasporti, industriale, medicale e consumer, tra cui le nuove applicazioni PA-11 e i primi clienti delle Fusion 3D 300 / 500. HP ha anche annunciato un flusso di lavoro, dalla progettazione alla stampa, realizzato in collaborazione con Autodesk, per dare capacità di progettazione generativa in tutto il portfolio HP Multi Jet Fusion.

Centri produttivi con decine di stampanti

RecTech 3D, azienda cinese di produzione che opera nel settore industriale, sta sfruttando la tecnologia HP Multi Jet Fusion per realizzare a Chongqing un Additive Manufacturing Center industriale, che fornisce un’ampia varietà di servizi di produzione 3D. Insieme ad HP l’azienda prevede di offrire consulenza sulle applicazioni e di progettazione, nonché formazione per clienti e partner. RecTech 3D inizierà con l’installazione di 10 soluzioni HP Jet Fusion 4210 nei primi mesi del 2019 e prevede di arrivare ad almeno 30 sistemi di stampa 3D entro la fine del 2019.

Forecast 3D, da oltre due decenni un fornitore leader di parti stampate in 3D negli Stati Uniti ha implementato 24 sistemi HP Jet Fusion 4210 nel proprio impianto di produzione digitale per sostenere l’espansione dell’azienda.

GE Transportation utilizzerà le soluzioni di stampa 3D HP Jet Fusion nel proprio John F. Welch Technology Center di Bangalore, in India, per la produzione di componenti industriali per varie applicazioni in veicoli minerari e locomotive.

Con l’ampliamento delle soluzioni e del portfolio di materiali si assiste a nuove applicazioni Multi Jet Fusion nei settori dei trasporti, industriale, medicale e consumer. A Formnext ne sono state presentate alcune.

BMW Group utilizza le stampanto HP Jet Fusion 3D 4200 per la produzione delle guide per i finestrini della BMW i8 Roadster.

Volkswagen Group sta sfruttando la tecnologia di stampa 3D di HP per applicazioni in metallo e in materiali plastici. Entro la fine dell’anno, il 100% degli strumenti utilizzati per la fabbricazione del nuovo SUV T-Cross sarà stampato con la tecnologia HP Multi Jet Fusion. Volkswagen sta anche integrando HP Metal Jet nella propria roadmap di progettazione e produzione a lungo termine, a partire dalla produzione di pezzi personalizzabili in massa, come portachiavi individualizzati e targhette.

Il nuovo materiale HP 3D High Reusability PA-11 consente ai clienti di produrre parti robuste, duttili e funzionali con superiori caratteristiche di allungamento alla rottura e resistenza agli urti.

Bowman International ha prodotto una gabbia “rollertrain”, in cui vengono utilizzati elementi volventi per mantenere unite tra loro le sezioni della gabbia. La gabbia ora offre una capacità di carico dei cuscinetti incrementata del 70%, una durata d’esercizio superiore del 500% e la stessa resistenza sugli assi X, Y e Z, dimostrando le capacità della tecnologia HP Multi Jet Fusion per un’accurata produzione di massa di parti su misura, che a sua volta consente di ridurre i costi e velocizzare i tempi di produzione.

OT4, fornitore di dispositivi ortesici, supporta i tecnici ortopedici nella transizione ai processi di produzione digitali. La tecnologia Multi Jet Fusion di HP ha permesso la produzione di un’ortesi cranica, un’ortesi dinamica per la caviglia e un’ortesi per le dita con una ventilazione e una leggerezza ottimizzate, senza compromettere la robustezza e la flessibilità del materiale.

Il settore delle calzature e quello dei beni di consumo sono due segmenti che stanno sfruttando l’espansione dei materiali Multi Jet Fusion, come nel caso delle calzature con tacchi personalizzati di New Rock e delle cover personalizzate per cellulari Freshfiber. Entrambi i clienti approfittano della libertà di progettazione offerta da HP Multi Jet Fusion, che consente loro di creare forme, modelli e figure altrimenti impossibili da realizzare, oltre a un’elevata personalizzazione del prodotto.

La HP Jet Fusion 300 / 500 è una soluzione a basso costo che integra le soluzioni esistenti di livello industriale dell’azienda, consentendo ai clienti di passare dalla creazione di prototipi alla produzione completa sulla stessa piattaforma con tecnologia Multi Jet Fusion.

A-Dec, produttore di apparecchiature per odontoiatria, sta utilizzando la serie Jet Fusion 3D 300 / 500 di HP per la prototipazione e lo sviluppo di fissaggi e maschere. L’azienda sta inoltre sperimentando la produzione di parti con volumi estremamente ridotti per clienti selezionati.

Il Rady Children’s Hospital di San Diego, in California, creaa  esperienze personalizzate a vantaggio del benessere a lungo termine dei pazienti, tra cui ingessature e dispositivi correttivi visivamente piacevoli, dispositivi personalizzati e modelli anatomici interattivi e personalizzati.

L’Università di Louisville utilizza le stampanti HP Jet Fusion 3D 300 / 500 per produrre prototipi e parti in volumi ridotti per l’utilizzo finale in un ampio set di applicazioni, dal momento che fornisce servizi a diversi dipartimenti dell’Università, come le facoltà di ingegneria, odontoiatria e medicina, e ai relativi partner esterni.

Partnership fra HP e Autodesk per la progettazione generativa

HP e Autodesk hanno lanciato a Formnext un flusso di lavoro integrato end-to-end “dalla progettazione alla stampa” per la piattaforma HP Multi Jet Fusion. Le capacità di progettazione generativa di Autodesk Fusion 360 possono essere utilizzate per sviluppare progetti ottimizzati per la tecnologia HP Multi Jet Fusion, consentendo cicli di progettazione più veloci e creativi, dalla prototipazione alla produzione. Penumbra Engineering sta sfruttando questa innovazione congiunta per la progettazione di dispositivi di rilevamento ultrasonico all’avanguardia con una precisione e una durata elevate per aziende come Perceptive Sensor Technologies. Inoltre, Autodesk Netfabb fornisce il supporto per una gamma completa di stampanti HP Jet Fusion 3D.

HP Metal Jet a Formnext 2018

Dopo il debutto a IMTS 2018 lo scorsop settembre, HP ha presentato a Formnext HP Metal Jet, la tecnologia di stampa per la produzione di volumi elevati di componenti metallici di alta qualità. Con una produttività fino a 50 volte superiore e un costo significativamente inferiore rispetto ad altri metodi di stampa 3D, la tecnologia HP Metal Jet è stata adottata da GKN Powder Metallurgy e Parmatech per la produzione di componenti finali. I clienti includono importanti organizzazioni globali come Volkswagen e Wilo, oltre ad aziende innovative di mercati verticali come Primo Medical Group e OKAY Industries.

Nella prima metà del 2019, i clienti saranno in grado di caricare file di progetti 3D e di ricevere componenti di qualità industriale in volumi elevati grazie al nuovo Metal Jet Production Service . Le parti saranno realizzate dai partner HP GKN Powder Metallurgy e Parmatech, per garantire i più elevati standard di qualità ingegneristica e produttiva. Informazioni complete di carattere tecnico, sui prezzi e sulla disponibilità della nuova tecnologia Metal Jet di HP e su Metal Jet Production Service sono disponibili all’indirizzo HP.com/go/3Dmetals.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here