Food: la carne alternativa stampata in 3D arriverà nel 2021

carne

La startup israeliana Redefine Meat ha presentato i primi sostituti della carne a base vegetale Alt-Steak, i cui test di mercato condotti in alcuni ristoranti di fascia alta inizieranno entro la fine dell'anno.

Creati utilizzando una tecnologia di stampa 3D di carne in attesa di brevetto i prodotti Alt-Steak  hanno la consistenza, il sapore e l'aspetto della carne di manzo e possono essere prodotti nel volume e nei costi per consentire il lancio sul mercato su larga scala.

Con l'aiuto di macellai, chef, tecnologi alimentari, per realizzare Alt-Steak Redefine Meat ha mappato digitalmente più di 70 parametri sensoriali, tra cui consistenza, succosità, distribuzione del grasso e sensazione in bocca dei tagli di carne di prima qualità.

Strato per strato, le stampanti 3D per alimenti dell'azienda istraeliana creano i prodotti Alt-Steak usando le formulazioni vegetali Alt-Muscle, Alt-Fat e Alt-Blood di Redefine Meat.

Stampando con più materiali, Redefine Meat è in grado di creare bistecche di carne  sostenibili, ricche di proteine ​​e senza colesterolo che sembrano, cucinano e hanno il sapore del manzo.

Il ceo e Co-fondatore di Redefine Meat, Eshchar Ben-Shitrit sostiene che "l'annuncio di oggi segna l'inizio di una nuova era per la carne alternativa guidata da processi di produzione che accelereranno lo sviluppo di una vasta gamma di prodotti che creeranno un'alternativa sostenibile alla crescita e al consumo di animali”.

I prodotti Alt-Steak di Redefine Meat saranno messi alla prova in un numero limitato di importanti ristoranti di chef entro la fine dell'anno.

Tenendo conto dei il feedback di chef e macellai di alto livello, Redefine Meat aumenterà quindi la produzione delle sue stampanti 3D e formulazioni di carne alternativa prima della distribuzione sul mercato nel 2021.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

2 COMMENTI

  1. A nome di tutti i bovini protesto per l’imitazione…una vera bistecca è un’altra cosa…e poi se realizzate simili schifezze vuol dire che la carne, quella vera, vi piace ma la coscienza vi rimorde, ipocriti!

    • Qui si tratta di scegliere se avere un comportamento socialmente responsabile o aspettare passivamente che le conseguenze dell’invasività dell’uomo si facciano sentire. Fortunatamente quelli che ne fanno una questione personale come Giuseppe Alfonso sono sempre meno. Ringrazio le aziende che portano avanti queste ricerche, anche da parte di chi non le capisce, infatti ne trarranno benefici anche loro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here