Flussi di lavoro in 3D: Formlabs integra Autodesk Fusion 360

Autodesk Fusion 360

Formlabs ha dichiarato in una nota di aver integrato Autodesk Fusion 360 per ottimizzare il flusso di lavoro digitale con nuovi strumenti CAD per la stampa 3D.

I modelli di Formlabs Form 3 e Form 3L sono le prime stampanti SLA a funzionare in modo efficace con il set di strumenti Fusion 360.

L'obiettivo è fornire agli utenti un ciclo di test e convalida ancora più fluido. L'integrazione di Fusion 360 semplifica tutti i passaggi in un unico flusso di lavoro accessibile.

La nuova funzionalità è ora disponibile per gli utenti delle stampanti 3D Formlabs e permette di iterare nuove idee o prototipi in pochi passi.

L'integrazione del software include una nuova interfaccia grafica che consente agli utenti di visualizzare come le parti dovrebbero essere adattate per la stampa 3D tramite la Form 3 o la Form 3L.

I designer possono personalizzare la dashboard per adattarla ai flussi di lavoro di stampa 3D più comunemente utilizzati. La gestione dei file è ottimizzata per consentire a più collaboratori o team che lavorano insieme su un progetto di esportare un file .form direttamente da Fusion 360.

Questo elimina la necessità di scaricare singoli file STL e fornisce maggiore affidabilità e controllo della versione per progettisti e produttori.

Per procedere all'integrazione, Formlabs ha lavorato a stretto contatto con gli sviluppatori di Autode. Come spiega nella stessa nota il Senior Product Manager di Formlabs, Sualp Ozel, “l'integrazione delle stampanti Formlabs con Autodesk Fusion 360 è un grande passo avanti verso la semplificazione dei flussi di lavoro additivi catturando sia il design che le prove di produzione in un'unica piattaforma unificata. Ciò consente di risparmiare sui costi e contribuisce a determinare risultati professionali in modo tempestivo”.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here