Eos ha presentato la stampa 3D industriale all’Hannover Messe

Nel contesto di Industry 4.0 la stampa 3D industriale diventa un elemento chiave degli impianti di produzione del futuro e assicura flessibilità e agilità nella produzione. Ed Eos ne ha parlato all'Hannover Messe, nell’ambito della più importante esposizione commerciale per il settore industriale.

L’azienda tedesca ha dato una presentazione delle proprie soluzioni Additive Manufacturing (AM) per la stampa 3D industriale nella sezione “Digital Factory”, fornendo una panoramica delle tecnologie e dei servizi di consulenza, illustrandone il potenziale di sviluppo per l’intera catena di produzione. Un sistema in funzione, il modello EOS P 396, ha dato una dimostrazione della tecnologia Additive Manufacturing basata su polimeri.

La stampa 3D industriale e il processo di trasformazione

Con la sua divisione “Additive Minds”, EOS supporta i clienti nel processo di trasformazione, necessario per introdurre con successo l’Additive Manufacturing, in un momento in cui le aziende di tutto il mondo hanno l’esigenza sempre più pressante di adottare nuove e rivoluzionarie tecnologie nel modo più efficiente. In molti casi è ancora necessario troppo tempo per sviluppare internamente competenze sufficienti per le soluzioni AM.

Grazie al suo team di consulenza e formazione, EOS può addestrare questi esperti più velocemente, riducendo al minimo i potenziali rischi di investimento, attraverso il trasferimento delle conoscenze richieste in un periodo di tempo più breve.

Un fattore chiave per il successo durante il lancio di questa tecnologia è, naturalmente, il personale coinvolto. Di conseguenza sia l’acquisizione delle conoscenze appropriate che la capacità di adattamento di manager e tecnici sono estremamente importanti. Attraverso la collaborazione con i propri clienti, EOS ha acquisito le nozioni di elementi critici per il successo nel corso di oltre 150 progetti realizzati negli ultimi anni.

Partner selezionati

Negli impianti di produzione del futuro, oltre alla formazione adeguata degli specialisti AM, il fattore più importante è la completa integrazione delle varie tecnologie. Tra gli altri parametri, l’ottimizzazione correlata al software delle varie fasi dei processi costituisce la base per la produzione in serie.

In collaborazione con Siemens PLM Software, EOS sta sviluppando interfacce CAD/CAM per gli aspetti di progettazione e produzione della stampa 3D industriale, allo scopo di garantire una completa integrazione nel software Siemens NX. Il processo AM, dalla progettazione dei componenti alla stampa 3D industriale con sistemi EOS, diventa quindi strettamente interconnesso in un singolo ambiente software, consentendo di distribuire le soluzioni Additive Manufacturing in modo più veloce e affidabile.

Al tempo stesso, insieme a SAP, EOS promuove l’integrazione della stampa 3D industriale nei sistemi MES ed ERP, consentendo di trasferire nuovamente i dati dei processi di produzione nei sistemi MES SAP dopo l’Additive Manufacturing. Fase dopo fase, con un completo livello di trasparenza e controllo, questo rende possibile incorporare direttamente i sistemi additivi negli ambienti di produzione esistenti.

In prospettiva, stanno emergendo due approcci alla produzione in serie supportata dalla tecnologia AM: centri di produzione in cui la tecnologia additiva è predominante ed ambienti di produzione ibridi.

Am puro e Innovation Center

L’Additive Manufacturing puro e gli Innovation Center per la produzione in serie sono già una realtà, come dimostra Audi. Nell’ambito di una partnership di sviluppo, EOS sta infatti assistendo la casa automobilistica nella creazione di un centro per la stampa 3D a Ingolstadt, equipaggiato con sistemi e processi EOS.

Contemporaneamente, EOS sta supportando lo sviluppo di applicazioni Audi e la formazione di competenze interne. I tecnici Audi ricevono ulteriore formazione per diventare specialisti dell’Additive Manufacturing, consentendo alla casa automobilistica di rivoluzionare parzialmente il processo di fabbricazione di utensili, dal momento che gli assiemi e i componenti con geometrie complesse sono più semplici da realizzare con questa tecnologia.

Centri di produzione ibridi

In futuro, i centri di produzione ibridi integreranno sia tecnologie additive che tradizionali negli ambienti di produzione esistenti. Grazie alla stretta collaborazione tra EOS e GF Machining Solutions (GFMS), e combinando le tecnologie delle due aziende, i clienti potranno accedere a soluzioni innovative nei campi della fabbricazione di utensili e stampi. EOS fornirà stampanti 3D industriali leader di settore, mentre GF contribuirà con sistemi di fresatura ad alta velocità, macchinari EDM e tecnologie di automazione all’avanguardia, creando una catena di produzione intelligente e interconnessa.

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here