Elmec 3D, processo di finitura degli stampati con PostPro3D

PostPro3D

Elmec 3D ha introdotto nel proprio laboratorio la soluzione PostPro3D per attivare un nuovo processo di finitura dei prodotti stampati in 3D che ne elimina le asperità, al pari dei componenti stampati ad iniezione, ottenendo un indice di rugosità superficiale inferiore a 1 μm. Questo processo rende il prodotto di colore uniforme, perfettamente levigato, idrorepellente e con migliori proprietà meccaniche.

Il processo viene dunque svolto attraverso PostPro3D, che è una soluzione automatizzata che può essere integrata nel flusso di lavoro digitale.

La macchina è prodotta dall’azienda inglese Additive Manufacturing Technologies (Amt), specializzata in sistemi di post-processo automatizzati industriali sicuri e sostenibili per la manifattura additiva, di cui Elmec 3D ne è il primo rivenditore in Italia.

PostPro3D agisce attraverso un processo fisico-chimico chiamato BlastX, un sistema brevettato a base di vapori chimici che può levigare oltre 100 polimeri termoplastici.

I prodotti stampati in 3D vengono caricati nella camera all’interno di PostPro3D, un ambiente controllato nel quale è possibile regolare il livello di levigatura e i parametri del processo. A questo punto viene introdotto il solvente BlastX che elimina le asperità e viene poi estratto dalla camera.

Il processo BlastX non è abrasivo poiché ridistribuisce il materiale superficiale invece di rimuoverlo, riuscendo a trattare anche le superfici interne di fori con un diametro fino a 0,3 mm senza danneggiare le delicate strutture delle parti.

Al termine della lavorazione, la macchina asciuga in autonomia i prodotti per eliminare accuratamente il solvente.

Le superfici dei prodotti trattati con PostPro3D diventano idrorepellenti, lisce e resistenti mentre le proprietà meccaniche delle parti restano intatte e dotate di un migliore carico a rottura.

La combinazione di questo trattamento con la tecnologia HP Multi Jet Fusion permette la creazione di una vasta gamma di applicazioni. Ecco due esempi.

Post Pro 3D rende uniforme e brillante il colore nero delle superfici stampate in 3D con tecnologia Multi Jet Fusion di HP e dona ulteriore vivacità alle stampe a colori, consentendo così un’applicazione efficace sulle montature degli occhiali e sui prodotti di design di qualsiasi forma geometrica.

La lisciatura dei pezzi con il PostPro3D offre molte applicazioni nel campo medicale. Grazie alla ridistribuzione del materiale, le superfici presentano una bassa rugosità e aumentano quindi il confort sulla pelle.

Inoltre, i batteri non possono proliferare sulle superfici lisce come quelle trattate con questo processo, facilitando il processo di sterilizzazione del materiale.

La tecnologia PostPro3D è altamente controllabile e rende competitivi i costi e la velocità di finitura superficiale delle parti per volumi elevati di produzione garantendo, al tempo stesso, un ridotto impatto energetico e un elevato livello di riutilizzo del solvente.

Per Martina Ballerio, Business Unit Manager di Elmec 3D, "il macchinario offre un notevole passo in avanti nell’usabilità e nella finitura estetica di qualsiasi componente: dagli occhiali alle protesi, dalle mascherine ai componenti per le auto, oltre a quelli industriali. Il macchinario è diventato parte integrante del nostro laboratorio per la stampa 3D che prosegue nel suo processo di espansione".

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here