Delta Wasp 2040 entra in modalità produzione in serie H24

produzione

Wasp risponde alla richiesta di poter produrre in serie in 3D solo ciò di cui si necessita e con la possibilità di poter personalizzare o variare in tempi rapidi la produzione, con un approccio alla produzione seriale customizzata.

Lo fa con un processo automatizzato per la produzione in modalità continua, H24 di pezzi stampati in 3D con materiali tecnici introducendo il sistema di rimozione automatica del pezzo.

Protagonista della proposta è la Delta Wasp 2040 Production, una macchina che apre la strada a un nuovo concetto di produzione unendo la potenzialità della tecnologia additiva, ovvero la customizzazione, con il concetto di serialità.

Terminata la realizzazione dell’oggetto, il nastro in acciaio inox porta verso l’esterno della stampante il pezzo stampato fino a farlo staccare. Il nastro tornerà in posizione di origine per consentire la stampa del pezzo successivo. Inoltre il nastro è suddiviso per zone con finiture superficiali differenti per migliorare l’adesione di stampa in base al materiale utilizzato.

Wasp ha risolto i problemi più noti nelle stampanti 3D dotate di piani di stampa scorrevoli. Scarsa planarità, ritiro, distacco e vibrazioni dei pezzi stampati causati da superfici di stampa non perfettamente rigide sono stati risolti introducendo il Vacuum System, soluzione che consente la realizzazione anche di oggetti molto grandi.

Il nastro di acciaio oltre ad essere riscaldato fino a 120° rimane perfettamente planare e stabile durante la fase di realizzazione del pezzo grazie ad una pompa che crea il vuoto e automaticamente libero di muoversi al termine di ogni stampa.

Un’altra soluzione adottata è la possibilità di stampare materiali tecnici come ABS, Nylon Carbonio, TPU grazie all’inserimento di un riscaldatore, che consente di scaldare la camera fino a 70°, e di uno sportello con apertura dinamica in base alla altezza del pezzo, necessario per mantenere il caldo all’interno della stampante.

In ottica di gestire al meglio la produzione, tramite il display touch screen o direttamente da remoto è possibile accedere alla funzionalità coda di stampe. Tra le opzioni è possibile selezionare la quantità di pezzi da realizzare, ma soprattutto anche la possibilità di stampare una sequenza di oggetti differenti, quindi di impostare una coda di stampa in modo da mantenere sempre attiva la stampante.

La tecnologia porta con sé tutte le innovazioni delle stampanti Delta Wasp Industrial X, come le cinghie rinforzate in acciaio, l’autocalibrazione, la modalità continuous print, l’analisi dei gcode a bordo macchina e l’intera gestione firmware ottimizzata per poter gestire la stampante in remoto.

 

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here