Boom progetta il suo aereo supersonico con la stampa 3D

La fabbricazione additiva velocizza lo sviluppo e riduce il costo di produzione di strumenti e componenti di volo specializzati che consentiranno a Boom di progettare il primo aereo ad alta velocità agli inizi del 2018.

Stratasys e Boom Supersonic hanno infatti annunciato una partnership tecnica significativa che avvicina il settore aereo commerciale alla navigazione supersonica di routine.

Destinato a dare forma al futuro dell'aviazione ad alta velocità, l'accordo triennale aiuterà Boom ad accelerare la produzione di strumenti avanzati e di componenti aerei di produzione basati sulla tecnologia di stampa 3D FDM.

Avvalendosi della libertà di progettazione, della velocità di produzione e dei costi sempre più ridotti della fabbricazione additiva, Boom pianifica l'effettuazione del primo volo dell'XB-1, il suo dimostratore supersonico, per il prossimo anno.

L'azienda sta implementando le stampanti 3D basate sulla tecnologia FDM Fortus 450mc e F370 di Stratasys, entrambe progettate per produrre componenti su richiesta sfruttando le termoplastiche e gli strumenti di produzione in grado di offrire prestazioni elevate persino nelle condizioni ambientali più critiche per la navigazione aerea.

L'aereo di linea supersonico di Boom avrà una velocità 2,6 superiore rispetto a qualsiasi altro velivolo sul mercato oggi. Grazie alla possibilità di raggiungere le 1.451 miglia all'ora, gli aerei sono in grado di ridurre i tempi di volo standard da New York a London da sette ore a poco più di tre.

Per Blake Scholl, fondatore e CEO di Boom, «il volo supersonico esiste da oltre 50 anni. A mancare era la tecnologia che lo rendesse conveniente per la navigazione commerciale di routine. I notevoli progressi attuali nell'aerodinamica, nella progettazione dei motori, nella fabbricazione additiva e nei materiali compositi in fibra di carbonio stanno trasformando il settore a tutti i livelli. La fabbricazione additiva aiuta ad accelerare lo sviluppo di una nuova generazione di velivoli».

L'accordo consentirà a Boom di avvalersi delle soluzioni di stampa 3D, dei materiali e dei servizi per gli esperti di Stratasys.

Con le soluzioni 3D sarà possibile migliorare la velocità, il risparmio sui costi e le prestazioni relativi ai principali processi di progettazione e produzione nella sede di Denver, Colorado.

 

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here