Bioprinting, mercato miliardario nel giro di dieci anni

Smartech Publishing ha appena rilasciato un nuovo rapporto che esamina il mercato del bioprinting da qui a dieci anni. La società di analisi stima che il mercato possa raggiungere un valore di fatturato di 1,1 miliardi di dollari entro il 2027.

Il report, che individua le tecnologie commercialmente più importanti, così come i materiali e le applicazioni per bioprinting è stato compilato in seguito ad approfondite interviste con manager e aziende del settore, tra cui: EnvisionTEC, RegenHU, Organovo, Regenovo, Poietis, Cyfuse, Cellink, Biobots, Rokit, Bioink Solutions, 3D Bioprinting Solutions, Advanced Biomatrix, Aspect Biosystems, Nano3D Biosciences, and Tissue Regeneration Systems.

Comprende anche un'analisi del mercato dei bioink, materiali, che includono polimeri, ceramiche, cellule, aggregati di cellule, peptidi, fattori di crescita, idrogel, componenti per scaffold e altri.

mercato bioprinting 2016

Anche se le realtà sono spesso di piccole dimensioni, le grandi multinazionali hanno già dei programmi avviati. Si parla di Astellas Pharma, Bristol-Meyers Squibb, Merck, Novartis, Procter and Gamble e Roche. Smartech stima che entro il 2027 che ci saranno oltre 5.000 sistemi di bioprinting installati in tutto il mondo.

Un altro fattore di stimolo per sarà la crescente disponibilità di sistemi  a basso costo, ossia sotto i 20.000 dollari, fascia di prezzo che permetterà al bioprinting di essere molto più ampiamente utilizzato tanto nel settore industriale quanto in quello delle istituzioni accademiche.

Attualmente è un settore di nicchia, ma il bioprinting decollerà nei prossimi anni, come le prove di oggi si trasformano in applicazioni commerciali. Secondo Smartech ci sarà una corsa a finanziare le start-up del bioprinting e le vendite di stampanti raddoppieranno tra il 2016 e il 2021.

Mentre RegenHu ed envisionTEC rappresentano attualmente oltre il 50% del mercato professionale, Smartech prevede che questa situazione cambi, con l'ingresso di più aziende nel mercato.

La maggior parte dei ricavi verrà dalla scoperta di nuovi farmaci, dai test cosmetici e dalla rigenerazione dei tessuti: queste tre applicazioni rappresenteranno oltre il 90% dei ricavi nel segmento bioprinting nel prossimo decennio.

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here