Binder jetting, è pronto il prototipo di GE Additive

GE Additive ha mostrato a Cincinnati per la prima volta il prototipo del proprio sistema di additive manufacturing basato sulla tecnologia binder jetting che ha l'ambizione di rivoluzionare il sistema di produzione industriale.

Il nome che GE Additive ha dato al prototipo è H1. Ulteriori iterazioni di questa macchina saranno effettuate all'inizio del 2018 con la consegna delle prime macchine per la produzione a metà del 2018.

La nuova macchina a tecnologia binder jet (getto legante) può stampare pezzi di grandi dimensioni con una vasta gamma di materiali, tra cui acciaio inossidabile, nichel e leghe di ferro, ed è destinata a modificare le tecniche di produzione tradizionali.

La nuova macchina mira a eliminare la necessità di utilizzare la fusione per la realizzazione dei pezzi e pertanto a non rendere più necessari quei costosi utensili per la rifinitura del prodotto, gli stampi e le infrastrutture correlate.

Secondop quanto afferma GE Additive in una nota, questa prima macchina è più veloce di qualsiasi altra macchina a tecnologia binder jet attualmente sul mercato.

Un sistema binder jet concepito in due mesi

Nella stessa nota Mohammad Ehteshami, vicepresidente e direttore generale di GE Additive, ha sottolineato come esista una grande richiesta di tecnologia a getto legante proveniente dai settori aerospaziale e automobilistico,

«Ci impegniamo ad accelerare la nostra proposta di additive manufacturing industriale - ha detto Ehteshami - e continueremo a sviluppare le nostre comnpetenze nei settori della stampa laser e in modalità Electron Beam Melting sviluppando e portando nuove tecnologie sul mercato».

GE Additive ha mostrato un approccio rapido e progressivo all'innovazione e allo sviluppo del prodotto.

«Ho sollecitato il team - ha evidenziato Ehteshami - a sviluppare questa nuova macchina in 55 giorni. E la risposta è stata un anticipo nel processo di concezione, che ha portato ad avere la prima stampa solamente in 47 giorni».

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.
CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here