Argo 350, la novità Roboze a Formnext 2019

Argo 350

Al Formnext 2019 di Francoforte il portfolio dell’offerta Roboze si amplia con una nuova stampante della linea Production, con piano di stampa di 350 x 300 x 300mm, la Argo 350.

Una camera calda controllata in grado di raggiungere temperature di 180 °C in poco più di 1 ora permette alla Argo 350 di ridurre lo shock termico che subisce il materiale appena estruso e gli permette di raffreddarsi più lentamente, smorzando le forze di ritiro e le tensioni residue indotte dal trattamento termico subito.

L'HVP Extruder, progettato per raggiungere i 450 °C per l'estrusione di materiali compositi e super polimeri ad alta temperatura, in Argo 350 presenta un sistema a doppio ingranaggio per dissipare meglio il calore, ridurre fenomeni di usura, aumentare la forza di tiro del filamento e ottimizzare la pressione agente sul filamento. L'innovazione del doppio ingranaggio è stato inserito anche nei sistemi Xtreme e nella Argo 500.

Come per Argo 500, il Beltless System ha una precisione di posizionamento pari a 10 micrometri e garantisce la ripetibilità di movimento nel tempo. Il piano di stampa di Argo 350 presenta un sistema di livellamento automatico che, oltre ad eliminare interventi esterni, aumenta la ripetibilità delle parti anche se prodotte in cicli e momenti diversi: una operazione simile garantisce meno warping ed un primo layer perfetto e in tolleranza.

L’introduzione di un sistema a doppio estrusore permette inoltre di stampare parti più complesse grazie all’uso del materiale di supporto solubile disponibile sui sistemi Production.

Nel campo dell’ingegneria dei materiali poche settimane fa l’azienda pugliese ha annunciato l’introduzione di un nuovo materiale, il Sabic Extem AMHH811F Filament, poliimmide termoplastica basata sulla resina Extem di Sabic.

Il filamento è ideale per settori industriali come automotive e motorsport, aerospaziale e aeronautico grazie a eccellenti proprietà ignifughe e a un’ottima stabilità dimensionale: un esempio pratico è rappresentato dagli scudi termici per automobili o dall'elettronica per veicoli elettrici.

In aggiunta a resistenza meccanica e chimica, l’Extem AMHH811F presenta una notevole resistenza alla fiamma grazie a una TG di 247 °C. Il filamento di Sabic ha anche ottenuto la UL Blue Card con certificazione V0-075 su campioni stampati da Argo con spessore di 0,75mm: questa certificazione pone sullo stesso livello normativo le parti stampate con tecnologia di stampa 3D Roboze e le parti stampate con metodi di produzione tradizionale come lo stampaggio ad iniezione.

Un nuovo accordo è stato poi siglato tra Roboze e Solvay. L’intesa mira ad assicurare alti livelli qualitativi sia dal punto di vista dei materiali, sia da quello tecnologico, con l’obiettivo di accelerare la digitalizzazione dei processi produttivi di grandi players globali, offrendo la possibilità di sostituire i metalli producendo parti finite just-in-time e on-demand, cominciando dai materiali KetaSpire PEEK Solvay powered by Roboze e KetaSpire Carbon PEEK Solvay powered by Roboze , disponibili da oggi in esclusiva sulle soluzioni Argo di Roboze.
Le stampanti 3D Roboze della serie Production, saranno la piattaforma standard per la produzione di componenti con gli ultra-polimeri Solvay.

Queste innovazioni da parte del team R&S Roboze si aggiungono alla recente introduzione dell’Heat Treatment Process, sistema sviluppato per la gestione dell’intero processo produttivo - dalle operazioni pre-stampa a quelle di post-processing - sulle stampanti non dotate di camera calda come la serie Desktop (Roboze One e Roboze One+400) e la serie Desktop/Production (Roboze One Xtreme e Roboze One+400 Xtreme).

Se vuoi rimanere sempre informato sulle novità della stampa 3D iscriviti alla newsletter gratuita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here